in vallese neve tutto l anno 01

Con 45 vette oltre i 4mila metri possiede la metà dei quattromila delle Alpi. E inoltre più di 2mila chilometri di piste di tutti i tipi, una capitale degli sci fuoripista estremi e un ampio ventaglio di scelta per ogni tipo di sport invernale, dallo snowboard allo slittino, allo sciescursionismo, al trekking e alle gite con le ciaspole. E’ il Vallese, la regione delle Alpi più soleggiata e più innevata, con i comprensori sciistici più elevati della Svizzera. Alcuni impianti, a Saas-Fee e Zermatt, funzionano tutto l’anno permettendo a diverse squadre nazionali di sci di allenarsi anche d’estate. I 23 chilometri del ghiacciaio dell’Aletsch, all’interno della regione Swiss Alps Jungfrau-Aletsch, riconosciuta nel 2001 come primo Patrimonio UNESCO di area alpina, ne fanno il ghiacciaio più lungo delle Alpi.

Un cantone bilingue, con un terzo della popolazione che parla tedesco e il resto francese, dai contrasti estremi, con condizioni microclimatiche mediterranee e allo stesso tempo scenari alpini con 3 dei più grandi ghiacciai delle Alpi.

Una valle incantata, con una grande varietà di terreni, microclimi ed esposizioni. Qui si coltiva uno zafferano con una concentrazione quattro volte superiore a quello dell’Iran e più di 50 vitigni diversi di cui alcuni autoctoni (Arvine, Cornalin, Humagne rouge, ecc.) su un totale di 5.300 ettari coltivati ad uva che ne fanno il più grande cantone vitivinicolo svizzero. Ne risulta una produzione che conta una cinquantina di vini DOC. Le giornate dedicate allo sport tra scenari mozzafiato ben si alternano quindi ad attività culturali, termali e degustazioni gastronomiche nei numerosi ristoranti, di cui undici insigniti di stelle Michelin.

Ottima destinazione anche per le famiglie, il Vallese conta ben otto località insignite del marchio «Famiglie Benvenute» dalla Federazione svizzera del turismo (FST): si tratta di Aletsch Arena, Bellwald, Blatten-Belalp, Crans-Montana, Grächen – Saint-Nicolas, Nendaz, Saas-Fee e Zermatt – Matterhorn (Cervino). Qui le piste da slittino per i più piccoli si alternano ai numerosi programmi di attività per bambini.

A Crans-Montana, meta di fama mondiale per il golf d’estate quanto per gli sport invernali, la stagione invernale quest’anno si aprirà nel weekend dal 7 al 10 dicembre. La località, che conta oltre 100 anni di esperienza nel mondo del golf, ospiterà dal 1 al 4 febbraio 2018 la prima Wintergolf Cup. La competizione, che passa per Megève e Val d’Isère, farà tappa a Crans-Montana per accogliere golfisti di ogni livello sul suo bel manto bianco. www.crans-montana.ch/wintergolf

Alla fine di marzo, dal 29 al 31, sarà la volta del primo SALONE DEI VINI E DEL TERRITORIO con una tre giorni interamente dedicati ai piaceri del palato. www.crans-montana.ch

Novità anche a Verbier, una delle pochissime stazioni dell’arco alpino a offrire due cabinovie che superano i 3000 metri. La cabinovia del Mont-Gelé, costruita nel 1960, dopo 56 anni di onorato servizio sarà completamente ristrutturata. Il tracciato della cabinovia non cambierà ma verrà ricostruito il vecchio edificio e una nuova cabina da 45 posti sostituirà quella vecchia. Il progetto, che prevede una spesa di 5,2 milioni di franchi svizzeri, è in corso di realizzazione e l’apertura è prevista per il mese di dicembre 2017. www.verbier4vallees.ch

Il Vallese è comodamente raggiungibile in treno da Milano e in auto attraverso il Passo del Sempione e il Passo del Gran San Bernardo, il passo del leggendario ospizio dove da secoli i monaci, con i loro cani, offrono accoglienza ed ospitalità.

Per saperne di più: www.valais.ch


archivio

vacanza di fine estate in carinzia 01

La Carinzia, il land più meridionale d’Austria, è pronta a entusiasmare gli ospiti in cerca di una vacanza di fine estate, invitandoli a tuffarsi nelle acque calde dei laghi e a vivere al meglio il proprio tempo libero con numerose attività all’aperto: escursionismo, golf, cicloturismo, “momenti magici” e straordinarie feste gastronomiche, tra natura e tradizione.

Mite, soleggiato, con luci e colori caldi. La Carinzia coccola gli escursionisti anche in autunno con sentieri da sogno a ogni altitudine: itinerari indimenticabili che attraversano tutta la regione, da percorrere a piacimento secondo i propri desideri, ambizioni e livello di allenamento. Il fiore all’occhiello della Carinzia escursionistica è senza dubbio l’Alpe-Adria-Trail, un trekking lungo 750 chilometri (percorribili in 43 tappe giornaliere) che si snoda dal Grossglockner, in Carinzia, fino alla Slovenia per concludersi in riva al Mar Adriatico nei pressi di Trieste.L’escursionismo non è l’unica soluzione che la Carinzia ha da offrire per il tempo libero. I “momenti magici”, per esempio, offrono magnifiche camminate, con unvalore aggiunto: si tratta di programmi giornalieri, condotti da guide appositamente preparate, adatti a ogni tipo di turista: dalle famiglie agli spiriti romantici, senza dimenticare gli amanti dell’avventura e i più tranquilli buongustai. Alcuni di questi programmi, sempre incentrati sull’incontro con il territorio, i suoi abitanti e la sua gastronomia, sono disponibili fino all’inizio di novembre. La scelta spazia dalle escursioni per famiglie in cerca di esperienze emozionanti, alle gite al sorgere del sole o alle camminate a tema storico o geologico. Nei mesi di settembre e ottobre, nella zona turistica di Villach – Lago di Faak – Lago di Ossiach parte il programma “HüttenKult” (culto dei rifugi): si cammina lungo sentieri curati e suggestivi, per poi prendersi una pausa, scegliendo fra dieci diversi rifugi, che vizieranno i palati degli ospiti con raffinate delizie regionali, a volte secondo la classica cucina tradizionale carinziana, altre volte con creazioni nuove e originali. Per informazioni http://www.huettenkult.at/

Paesaggi gastronomici
La gastronomia in Carinzia gioca un ruolo davvero speciale. Ma qual è il segreto dell’inconfondibile cucina carinziana dell’Alpe-Adria? Prendere prodotti freschi, di stagione e di provenienza locale, condirli con una buona porzione di gioia di vivere, guarnire con una leggera brezza mediterranea, ed ecco che l’armoniosa unione dei principali ingredienti già dato i suoi squisiti frutti. Proprio per questo, grazie alla presenza di sapienti produttori artigianali di generi alimentari nelle valli Gailtal e Lesachtal, la Carinzia è la prima destinazione Slow Food Travel a livello mondiale. Per informazioni: http://www.genusslust.info/slow-food- travel/
Attrazioni da non perdere, nella tarda estate gastronomica carinziana, sono senza dubbio i paesaggi culinari (“KulinarischenLandschaften”): tavolate autunnali intorno al lago MillstätterSee. A piedi si raggiungono i migliori posti in prima fila in riva al lago, perconcedersi poi un gradevole ristoro su tavole riccamente imbandite. A ogni tavolata è abbinato un programma culturale, che spazia dalla musica al cabaret con storie e aneddoti che allietano la serata. Fino al 13 ottobre, saranno sei gli appuntamenti per approfittare di questa straordinaria offerta. Per Informazioni: http://www.millstaettersee.com

Pista ciclabile della Drava “Drauradweg”
Riconosciuta tra le quattro migliori piste ciclabili a livello internazionale, la ciclabile della Drava ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti, tra cui, nel 2016, le 5 stelle assegnate dal club cicloturistico tedesco ADFC (AllgemeinerDeutscherFahrrad Club). Dalle sorgenti della Drava, presso Dobbiaco in Italia, la “Drauradweg” si snoda per 366 km lungo il fiume attraversando il Tirolo orientale e la Carinzia fino a Maribor, in Slovenia. Da Sillian a Lavamünd lungo la pista s’incontrano oltre50 trattorie specializzate per cicloturisti (Drauradweg-Wirte). Il loro grande obiettivo è quello di migliorare costantemente la qualità dell’offerta e dei servizi per garantire ai cicloturisti in viaggio lungo la ciclabile della Drava un’esperienza indimenticabile.

Distendersi e ricaricare le batterie
La Carinzia è il luogo ideale per fare il pieno di energia e liberare lo spirito. A partire dalle sue numerose terme: BadKleinkirchheim, le KärntenTherme di Warmbad- Villach e le due “case da bagno” sui laghi MillstätterSee e Wörthersee. Dopo una completa ristrutturazione, anche le Terme di St. Kathrein a BadKleinkirchheim ora sono riaperte al pubblico e offrono la superficie acquatica più vasta e lo scivolo acquatico più lungo fra tutte le terme carinziane. E non è tutto. Tutti i visitatori potranno vivere momenti di delizioso relax in diverse hotel wellness, che oltre ad essere vere oasi di benessere, distensione e rigenerazione, sanno coccolare i propri ospiti con le squisite specialità della cucina dell’Alpe-Adria. A piacimento si può scegliere fraun lago d’acqua riscaldata, un’oasi balneare in montagna, una vasca panoramica oppure sport e wellness sul lago per le famiglie.

Golf: promozione autunnale “2 al prezzo di 1”
La tessera Alpe-Adria-Golf Card, valida tutto l’anno, consente di allargare il piacere del golf dalla Carinzia all’intera area dell’Alpe-Adria. In Carinzia esistono in totale dodici campi da golf, ognuno con una propria particolarità, che offrono condizioni ideali per trascorrere giornate meravigliose sul green. Dieci golf club carinziani sono partner dell’Alpe-Adria-Golf Card, mentre altri undici campi in Friuli Venezia Giulia e in Slovenia completano l’offerta golfistica fino al mare Adriatico. La promozione d’autunno è valida in quasi tutti i golf club partner, e consente di giocare i propri drive dalle rive del lago KlopeinerSee al campo dacampionato di Klagenfurt-Seltenheim. All’insegna di “2 al prezzo di 1”, a partire dal 9 ottobre tutte le Alpe- Adria-Golf Card valgono il doppio: sui campi da golf che aderiscono all’iniziativa, a ogni partita prenotata un secondo giocatore può partecipare gratis. Per informazioni: www.golflust.at

Per maggiori informazioni: http://www.kaernten.at


archivio

Nice Social Bookmark

FacebookMySpaceTwitterDiggDeliciousStumbleuponGoogle BookmarksRedditNewsvineLinkedinRSS FeedPinterest
Pin It