festivita natalizie in israele 01

Prosegue il trend positivo del turismo in Israele da tutto il mondo ed anche, naturalmente, dall'Italia. Secondo i più recenti dati rilasciati dal Ministero del Turismo, infatti, il Paese ha accolto nel solo mese di novembre 388.500 visitatori globali, con una crescita del 9% rispetto al novembre 2017. Nel complesso, i turisti in Israele da inizio anno sono stati 3.787.800 ovvero con un aumento del +14% rispetto all’anno precedente. Particolarmente positiva la performance dell’Italia, che a novembre ha segnato un incremento degli arrivi a doppia cifra, pari al +38%, per un totale di 15.400 visitatori.

La crescita a doppia cifra è confermata anche negli arrivi italiani.  Nei primi 11 mesi dell’anno hanno visitato Israele 130.100 italiani (+39%). Con questi risultati, l’Italia rappresenta il 4° paese europeo per numero di arrivi in Israele, dopo Francia, Germania e Regno Unito, e uno dei mercati mondiali con il più alto tasso di crescita.

Gerusalemme spicca poi come la città con la più alta crescita di arrivi rispetto alle città turistiche del resto del mondo nella classifica “Le migliori 100 destinazioni del 2018” pubblicata da Euromonitor International, provider internazionale di analisi di mercato, e ripresa anche da Bloomberg.

Secondo quanto presentato nel report, la crescita di Gerusalemme raggiungerà il 38% alla fine del 2018, arrivando a 4,8 milioni di turisti, a seguito dell’incremento del 32% già registrato nel 2017. Il documento sottolinea come Gerusalemme stia traendo beneficio da “una relativa stabilità e un forte spinta da attività di marketing”.

“L’andamento delle prenotazioni è tale per le prossime settimane che senza alcun dubbio continuerà il trend positivo verso la nostra destinazione che vede Gerusalemme meta ideale per le prossime vacanze natalizie” ha dichiarato Avital Kotzer Adari, direttore dell’Ufficio Nazionale Israeliano del Turismo in Italia.

Le festività natalizie sono il momento perfetto per partire con tutta la famiglia in Israele. Gerusalemme saprà affascinare anche i più piccoli: fino al 31 dicembre Babbo Natale aprirà le porte della sua casa a Gerusalemme nel cuore della Città Vecchia. Babbo Natale continuerà a girare per la città con il suo abito rosso, la barba bianca e il suo immancabile cammello: una variante israeliana, più consona al clima locale, delle più celebri renne. E dopo aver esplorato le vie della città vecchia, non possono mancare le visite all’acquario e allo zoo, fino ai parchi della città. A Tel Aviv, i bimbi potranno divertirsi lungo i 14km di spiagge o scoprire la città in bicicletta. A Eilat, potranno vivere il mare a 360° gradi, nuotando con i delfini, esplorando i fondali colorati in tutta sicurezza o divertendosi con gli sport d’acqua, prima di avventurarsi nel vicino deserto del Negev.

E per i pellegrini alla ricerca di un itinerario dello spirito sarà davvero eccezionale poter partecipare alla Messa di Natale presso la Custodia di Gerusalemme o presso il Patriarcato di Gerusalemme. Di grande respiro anche le celebrazioni che avranno luogo a Nazareth e in tutta la Galilea dove il tempo mite farà da sfondo all'esperienza che solo qui potrà essere vissuta.  Tra gli appuntamenti culturali di grande respiro da non perdere il concerto di Natale nella Chieda del Redentore e la Lectio Divina di Avvento al Romitaggio dei Getsemani, sabato 22 dicembre. 

Dal 2 al 5 gennaio 2019 la musica classica è protagonista ad Eilat che ospita l’11° edizione di Isrotel Classicameri Festival, con la partecipazione di talentuosi musicisti israeliani e stranieri di fama internazionale, tra cui l’orchestra Raanana Symphonette, il pianista Boris Giltburg, il violinista Sergey Krylov, l’inedito duo di André Tsirlin (sassofono) e Hila Ofek (arpa), David Sebba.

Con il nuovo anno inizia anche la Stagione delle Maratone, 5 eventi da gennaio a maggio per scoprire il Paese da un punto di vista inedito. Immancabili gli storici appuntamenti di Gerusalemme e Tel Aviv con le maratone, ma anche Tiberiade, la Mountain2Valley e la gara più avventurosa di tutte: la Ironman di Eilat! 

Per saperne di più: www.goisrael.com


archivio

il sogno africano tra relax divertimento e scoperta 02 
Sandies Tropical Village è il primo nato dei Sandies Hotels & Resorts, il brand di Planhotel Hospitality Group - società leader nella gestione di resort e hotel nell’area dell’Oceano Indiano – che con due nuove aperture tra fine 2018 e inizio 2019 a Zanzibar e alle Maldive è protagonista di un grande rilancio.
Un rilancio che è partito proprio con il restyling di questo resort, che si affaccia sulla candida Silversand Beach, a 3 chilometri dal centro della vivace Malindi: un paradiso tropicale, dove vivere una vacanza in pieno relax, cullati dal suono delle onde e dal fruscio delle palme mosse dal vento, tra il profumo del latte di cocco e, in lontananza, il ruggito della savana.

L’originale struttura circolare, costruita nel rispetto della tradizione kenyota, unisce elementi dell’architettura locale al design italiano, in perfetto stile Planhotel. Le 51 camere, 24 Junior Suites, 23 Deluxe Rooms e 4 Superior Rooms, tutte dotate di terrazza o balcone e immerse in un giardino lussureggiante, soddisfano le diverse esigenze di famiglie, coppie e gruppi di amici. L’Oceano Indiano è uno dei grandi protagonisti di una vacanza al Sandies Tropical Village, che gode di accesso diretto a una delle spiagge più belle di questo celebre tratto di costa, parte della Riserva Nazionale Marina di Malindi. Il diving center PADI è pronto ad accompagnare i più avventurosi a esplorare le meraviglie della barriera corallina e la ricchezza di biodiversità che va dai colorati pesci tropicali, ai delfini e agli squali, passando per le tartarughe marine che qui vengono a deporre le uova.

Gli amanti dello sport e della vita attiva possono sperimentare il windsurf e lo sci nautico, costeggiare il litorale in catamarano o in canoa, oppure scegliere ogni giorno tra le tante alternative che il resort offre: stretching, acquagym, beach soccer e beach volley e molto altro. Chi desidera avventurarsi alla scoperta dei gioielli del territorio può scegliere tra diverse escursioni organizzate: imperdibili il canyon detto di “Hell’s Kitchen” e le rovine della città perduta di Gedi, antico centro commerciale Swahili nascosta nella foresta di Arabuko Sokoke che ospita rare specie di uccelli e mammiferi e di grandi branchi di elefanti. Chi vuole immergersi nella vita vibrante di Malindi può partecipare al city tour, con tappa d’obbligo per lo shopping al Malindi Tourist Market, perfetto per comprare oggetti d’artigianato locale, oppure raggiungere il centro in autonomia, con 15 minuti di taxi e vagabondare tra i tanti bar, ristoranti e negozi, per conoscere più da vicino la vita quotidiana del Paese.

il sogno africano tra relax divertimento e scoperta 01

Sandies Tropical Village è poi la base ideale per una safari nel vicino il Parco Nazionale Tsavo Est, tra paesaggi unici al mondo e incontri ravvicinati con leoni, antilopi e gazzelle: il resort offre un pacchetto ad hoc che comprende 4 o 6 notti e una in un lodge all’interno dell’area protetta, per vivere al meglio e senza stress le due grandi attrattive del Kenya, il mare e la natura. Per rilassarsi dopo le escursioni l’ideale è una visita alla MVUA African Rain Spa. L’oceano Indiano è protagonista di questa oasi di piacere affacciata direttamente sulla spiaggia, un vero e proprio tempio della talassoterapia, con trattamenti che sfruttano il potere del mare: l’acqua e il suo movimento, il clima e la sabbia sono i principali ingredienti del percorso di benessere. L’acqua salata caratterizza anche le due piscine della spa.

L’offerta all inclusive di Sandies Tropical Village è in grado di soddisfare le necessità e i gusti dei diversi ospiti: il Savana Restaurant propone a colazione, pranzo e cena un ricco buffet che combina cucina italiana e internazionale, con particolare attenzione alla tradizione culinaria locale, che profuma di spezie e di latte di cocco. Per una cena sotto le stelle a base di pesce freschissimo c’è il Beach Grill Restaurant mentre il Tropical Jahazi Bar, aperto non stop dalle 10 alle 24 è l’ideale per sorseggiare spremute, bevande, soft drink, e la birra Kilimanjaro, la più famosa birra africana, e dopo le 18.00 un’ampia selezione di cocktail. Sulla spiaggia fino alle 17 c’è il Bahari Beach Bar mentre alla sera alle 21.30 apre le porte il Jambo Jambo Disco Bar, dedicato a chi ama divertirsi e vivere la notte tropicale.

La bellezza della location, il servizio amichevole ma attento, l’offerta di attività che vanno dallo sport all’intrattenimento passando per le escursioni, l’atmosfera rilassata e divertente fanno di Sandies Tropical Village un luogo dove vivere una vacanza perfetta, in famiglia o con gli amici, realizzando il proprio sogno africano.

Sandies Tropical Village - Casuarina Road, P.O. Box 68 Malindi Kenya - Telefono +254-720-607075 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - www.sandies-resorts.com


archivio

Nice Social Bookmark

FacebookMySpaceTwitterDiggDeliciousStumbleuponGoogle BookmarksRedditNewsvineLinkedinRSS FeedPinterest
Pin It