brescia en plein air la guida di visit brescia per i camperisti 01

Anche se ormai ci hanno sedotto con super-offerte di vacanze all inclusive, in cui ogni cosa è programmata e le deviazioni dall’itinerario prestabilito sono praticamente impensabili, esistono ancora spiriti liberi che riescono a immaginare esperienze all’aria aperta senza nessun vincolo, a bordo di vere e proprie case viaggianti. Un’area come quella del bresciano, che comprende una gamma di paesaggi in grado di passare dalle pareti naturali istoriate della Valle Camonica agli immensi specchi d’acqua dei laghi, si manifesta agli occhi del provetto camperista come un paradiso da scoprire chilometro dopo chilometro, con la licenza di fermarsi in zone attrezzate e di cambiare il percorso a seconda dell’ispirazione. Di seguito, una sintetica guida confezionata da Visit Brescia per orientarsi in un territorio di servizi rivolti a chi sfida le imposizioni del turismo preconfezionato.

Non bisogna essere maghi del camping o laureati all’università dei boyscout per intuire che le zone più attrezzate per accogliere i patiti della vacanza in libertà – i quali ricambiano l’accoglienza con un altissimo indice di gradimento – sono con ogni evidenza quelle dei laghi.

Non molto lontano dall’omonimo santuario, in un punto dal quale è peraltro possibile ammirare il Lago d’Iseo, l’area di sosta Madonna della Rota di Marone dispone di servizi igienici e docce e consente il carico e lo scarico delle acque. Comodissima per chi ha in mente di raggiungere il lago, l’imbarco per Monte Isola o attrazioni naturalistiche come le Piramidi di Zone, l’area sorvegliata Gerolo di Sulzano è dotata di docce e lavatrice e permette ai camperisti di allestire picnic e organizzare barbecue. In entrambe, il prezzo per notte si aggira intorno ai 20 euro. In alternativa, i fan delle Fate di Pietra possono sostare nella piccola area comunale di Cislano, che offre tutti i servizi necessari al prezzo di 10 euro. Molto più di un semplice campeggio, il Camping del Sole a Iseo – proprio sulle rive dell’omonimo lago, nell’ultimo lembo della Franciacorta – è poi la base ideale per una vacanza di continue puntate verso le incantevoli località della zona, da Monte Isola alla Valle Camonica. I prezzi per piazzola e per persona variano a seconda dell’età, della dimensione del posto scelto e dalla stagione.

Ben attrezzata e aperta tutto l’anno a tariffe che non superano i 15 euro al giorno, l’area sosta camper La Spiaggia si trova a pochi minuti dal centro di Desenzano e rappresenta una soluzione ideale per chi vuole tirare il freno a mano e godere di un contatto ravvicinato con il Lago di Garda. Il Lido di Lonato – con barche e pedalò a noleggio - e la pista ciclabile illuminata sono a due passi da questa oasi immersa nel verde del Parco del Monte Corno, che dispone di tutti i servizi e i comfort necessari a chi si sposta a bordo delle case su quattro ruote. Lontano dalle zone trafficate ma comunque estremamente vicino a quanto di attraente possa esserci nei dintorni del lago – dalle Grotte di Catullo al Parco Giardino Sigurtà - l’area sosta camper Lugana Marina – nei pressi di Sirmione - può ospitare 140 mezzi su un tranquillo golfo e comprende una spiaggia con morbide parti erbose. A disposizione dei clienti, i collegamenti alla rete elettrica, gli scarichi per le acque nere-bianche, wc chimici, acqua potabile, docce e internet WiFi. Il prezzo si attesta intorno ai 20 euro per camper.
Per chi, nonostante l’amore per la libertà e la vita all’aria aperta, non disdegna qualche piccolo lusso, l’agriturismo Villa Gaia – a 2 km dal centro storico di Lonato del Garda – offre quattro posti camper dotati di attacco elettrico, acqua e piazzola di carico e scarico delle acque. A disposizione degli utenti dell’agricampeggio, anche servizi igienici, docce calde e – a richiesta – servizio di prima colazione.

Proprio sulla riva del Lago d’Idro, l’area sosta camper Ponte Caffaro di Bagolino è gestita da un personale particolarmente ospitale e dispone di servizi essenziali ma puliti e curati. Attrezzato per carico di acqua potabile e scarico di grigie e nere, il Camper Service offre WC chimico, allaccio alla corrente e zona barbecue. Chi, nei paraggi, è alla ricerca di qualcosa di più strutturato, trova la risposta ai propri desideri nel Campeggio Remal, a 1200 metri di altitudine, in un angolo di paradiso a poca distanza dal centro di Bagolino. Sulle rive del fiume Caffaro, la struttura è una garanzia di relax a contatto con la natura e dispone di 98 piazzole con ampia area barbecue. Nelle vicinanze delle località sciistiche di Gaver e Maniva e di numerosi itinerari per passeggiare e percorsi per mountain bike ed escursioni verso il Parco Adamello, il campeggio è aperto tutto l’anno ed è dotato dei comfort necessari ai camperisti più esigenti, che possono anche cogliere l’occasione per acquistare il famoso formaggio Bagòss.
A una decina di minuti dal Lago d’Idro e dal Lago di Garda, l’area di sosta camper presso l’Agriturismo “Rocca dei Marchesi” di Sabbio Chiese può essere una buona opportunità per approfittare dell’ottima ristorazione della struttura ma anche per avventurarsi alla volta di località turistiche come Salò o per trascorrere una giornata sull’argine del Fiume Chiese e del torrente Vrenda, dove è possibile pescare. Per gli amanti del brivido e degli sport estremi, le Zip Line di Casto, il Motocross a Preseglie e le numerose palestre di roccia in cui cimentarsi nel free climbing sono a pochi chilometri di distanza.

In Franciacorta, tra paesaggi collinari noti agli amanti del vino per cantine e vigne famose in tutto il mondo, l’agricampeggio Al Rocol ospita otto postazioni camper fornite di attacco elettrico, acqua e dispositivo di carico e scarico. L’azienda a conduzione familiare si trova a Ome, nel cuore di una terra rinomata dal punto di vista enologico ma anche punteggiata di ville, castelli e abbazie medioevali e attraversata da sentieri che conducono alla scoperta di boschi secolari, percorsi in bicicletta e passeggiate a cavallo. La struttura non è inoltre lontana da importanti città d’arte e dai laghi di Garda e d’Iseo. Nella stessa zona, dove i confini del lago si confondo con quelli delle colline, la Tenuta Agricola Ambrosini di Cazzago San Martino – emblema dell’impresa locale con la vocazione alla valorizzazione di grandi vini e dei piatti della tradizione - mette a disposizione cinque posti camper, con allaccio elettrico, carico e scarico acqua.

Tra i luoghi più suggestivi nel bresciano da visitare senza vincoli d’orario o problemi di ospitalità, la Valle Camonica offre ai camperisti svariate soluzioni per effettuare una sosta e pianificare la giornata nel primo sito italiano riconosciuto Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. La zona camper comunale di Darfo Boario Terme è situata nel parcheggio davanti al centro congressi, con colonnine per allaccio elettrico, carico e scarico, carico acqua. Aperta tutto l’anno, consente una sosta di massimo 72 ore, al prezzo di 7 euro al giorno, comprensivo di tutti i servizi.
Ben segnalata a inizio paese, l’area Capo di Ponte associa all’indiscutibile vantaggio di trovarsi nelle immediate vicinanze del Parco Nazionale delle Incisioni Rupestri quello di mettere a disposizione 12 ampi stalli, tutti dotati di allaccio 220 e acqua in piazzola, servizi igienici, tavolini da picnic e zona di carico e scarico delle acque. Aperto 24 ore ma non sorvegliato, propone tariffe di 10 euro a notte, tutto compreso.

Pur non disponendo di vere e proprie aree che consentano il campeggio, anche la città di Brescia è amica di chi si sposta in camper. Nello specifico, l’area attigua alla Cascina Maggia, in località S. Polo, accetta gli ingressi dalle 8:00 alle 12:00 e dalle 17:00 alle 21:30 e permette soste di massimo 48 ore. Al prezzo di 3 euro, è possibile effettuare il carico dell’acqua potabile e lo scarico dei liquidi reflui. La tariffa per la sosta di 24 ore con allaccio della corrente è invece di 15 euro.

Sono infine innumerevoli le spartane aree aperte unicamente al parcheggio dei camper, disseminate in tutto il territorio, anche tra Valle Trompia e Valle Sabbia. Non attrezzate, rappresentano comunque una buona alternativa per effettuare brevi soste senza avere problemi.


archivio

torna la festa delle roulotte itineranti 01

Presentata durante il Salone del Camper di Parma la seconda edizione della Festa delle Roulotte Itineranti, un evento unico nel suo genere organizzato dalle quattro più importanti community di appassionati del turismo in roulotte. Ancora una volta il forum “Caravan Forum”, l’associazione “InCaravan Club Italia”, l’associazione “A.C.I.T. Tuttocaravan”, il gruppo di Facebook “Viaggi in Roulotte 2.0”, che insieme radunano oltre 10.000 appassionati, uniscono le forze per dar vita a una kermesse di tre giorni la cui missione è quella di condividere esperienze, conoscenza e passione con neofiti, esperti ma anche e soprattutto con chi non conosce questo modo di fare turismo.

«La nostra mission è sicuramente quella di contribuire con passione e impegno al rilancio e alla crescita del settore della caravan con il fine ultimo di rendere la vita del caravanista itinerante italiano un po’ più semplice – dicono gli organizzatori – Vogliamo contribuire a ricostruire una cultura della roulotte, tanto presso gli utenti quanto presso gli addetti ai lavori, supportando anche il rilancio economico del settore».

Tra gli obiettivi che gli organizzatori si sono posti vi è proprio quello di rilanciare e far crescere il settore, risolvendo il maggior numero possibile di problematiche pratiche che il caravanista itinerante incontra. In Italia, infatti, il settore turistico non è disciplinato da una normativa nazionale condivisa, essendo questa materia demandata alla competenza specifica dell’amministrazione regionale, che risulta essere fortemente eterogenea, se non addirittura inesistente in alcune Regioni.

Tre sono i punti nevralgici su cui sarebbe necessario un intervento al più presto:
• L’accesso delle caravan alle aree di sosta, ad oggi ancora spesso precluso per via di regolamenti comunali atti a contrastare il nomadismo oppure per scelta del gestore.
• Il rialzo dei limiti di velocità sulle autostrade Italiane per i rimorchi leggeri, così come già è avvenuto in molti paesi comunitari.
• L’introduzione di regole comuni per le revisioni, ad oggi possibili quasi esclusivamente presso le Motorizzazioni, con tempi di attesa lunghi e a discapito di altri servizi.

«Per noi i vantaggi rispetto ad altri veicoli per praticare il turismo itinerante sono evidenti – dicono ancora gli organizzatori – Rispetto a un camper, per esempio, il costo iniziale di acquisto è più accessibile e anche la manutenzione ha costi inferiori. Si ha un’automobile a disposizione per muoversi agilmente sul territorio, lasciando la caravan in campeggio. Anche l’abitabilità interna è superiore perché non c’è spazio dedicato alla cabina di guida. Oggi poi esistono dei motori elettrici da montare sulle ruote della caravan che permettono di teleguidarla per parcheggiarla nella piazzola o agganciarla all’auto».

L’appuntamento con la “2a Festa delle Roulotte Itineranti” è dal 30 aprile al 3 maggio 2020 al Camping Village Il Poggetto (Via Il Poggetto 143 - 50067 Troghi – Firenze), una struttura immersa nella campagna tra gli uliveti e le vigne del Chianti, nel cuore della Toscana, ma al tempo stesso a due passi da Firenze. Alla Festa sono invitati anche giornalisti, concessionari, produttori, proprietari di campeggi e tutti coloro che ruotano intorno a questo mondo.

“La roulotte rappresenta per noi una scelta libera, avvincente, incurante della moda, ecologica, dinamica, flessibile, adatta alle famiglie – dicono gli organizzatori - Spesso, però, manca la conoscenza approfondita del mezzo e delle sue caratteristiche, delle normative e delle potenzialità del viaggiare in caravan, anche da parte di chi propone questi veicoli ai clienti, e questo rende l’approccio di nuovi equipaggi alle sei ruote non immediato. L’evento, che sarà una straordinaria occasione per ritrovarci tutti insieme in una grande festa, nasce dal desiderio di diffondere la conoscenza della roulotte e delle sue potenzialità”.

Per informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 


archivio

Nice Social Bookmark

FacebookMySpaceTwitterDiggDeliciousStumbleuponGoogle BookmarksRedditNewsvineLinkedinRSS FeedPinterest
Pin It