slovenia le terme olimia da oltre 50 anni all avanguardia 01

A soli 30km di distanza l’uno dall’altra nell’entroterra a cavallo tra Slovenia e Croazia si trovano gli stabilimenti termali Terme Tuhelj (Croazia) e Terme Olimia (Slovenia), situati in un paesaggio incantato e incontaminato dove le proprietà termali dell’acqua si fondono con percorsi di arte-terapia, architettura sostenibile e benessere. Le Atomske Toplice, primo nome delle Terme Olimia, sono emerse in un attraente e incontaminato paesaggio collinare dall’aria fresca. Lì, dai pori delle rocce, sgorgava giornalmente un’acqua calda naturale. I primi racconti dei benefici apportati dall’acqua termale risalgono all’inizio del ‘900.

I viaggiatori si fermavano sempre alla fonte, per lavarsi il viso e immergervi le gambe, e intanto si spargeva la voce di una sensazione piacevole e rinfrescante, di colpo si riacquistano le proprie forze e ci si sente subito ringiovanire. Il primo stabilimento termale fu aperto dalla casa reale di Romania, che aveva una residenza estiva nella zona e intuì il potenziale business derivante dalle acque termali.

Aperte al pubblico ufficialmente nel 1966 le Terme Olimia sono oggi un popolare centro benessere frequentato tanto da sloveni quanto da italiani, tedeschi e austriaci, affascinati dal paesaggio fiabesco dello Zagorje quanto dalle proprietà curative delle acque termali e dei fanghi. Se le Terme Tuhelj offrono come valore aggiunto il connubio tra arte e benessere, alle Terme Olimia è l’architettura a fare da padrona. Un centro benessere unico, il Centro Orchidelia, riconosciuto da 8 anni come il migliore in tutta la Slovenia offre un colpo d’occhio mozzafiato. L’acqua Olimia, ricca di silicio, sgorga a 520m di profondità ad una temperatura di 44°C.

L’offerta si amplierà a fine 2017 con l’annuncio del completamento dei lavori dell’avveniristico centro Termalja II. Coccole, massaggi, trattamenti terapeutici al caffè, al miele e alla soia, rituali di relax con professionisti e tantissimi altri trattamenti specifici negli avveniristici centri, fiore all’occhiello di un’offerta completa e competitiva. Ampia è la disponibilità di alloggio all’interno del villaggio termale, con la possibilità di alloggiare nel lussuoso Wellness Sotelia Hotel (****S), la cui particolarità è lo stretto legame con la natura grazie alla sua posizione, alla sua struttura movimentata, ai tetti verdi e le grandi superfici luminose creano una sensazione di rapporto armonico con la natura circostante. Di livello sono anche l’Hotel Breza (****) e gli appartamenti e aparthotel, così come il camping natura, 110 piazzole per camper, caravan e tende, riconosciuto come il migliore della Slovenia e uno dei migliori in tutt’Europa.

Un’offerta unica grazie anche a dintorni mozzafiato, alle pittoresche colline dello Zagorje croato, l’area situata a nord-ovest del Paese, a due passi dal confine con la Slovenia, una delle rare perle turistiche ancora incontaminate. Al tempo stesso, la posizione strategica offre la possibilità agli ospiti di gite giornaliere alle vicine Maribor, Zagabria, ai numerosi castelli e monasteri o escursioni nell’incontaminato parco naturale del Kozjansko.

Gli ospiti degli hotel potranno accedere indifferentemente ad entrambi i parchi acquatici e alle piscine termali.

Per maggiori informazioni e prenotazioni: 

Terme Olimia: www.terme-olimia.com/it

Terme Tuhelj: www.terme-tuhelj.hr/it 


archivio

Dal 13 al 21 maggio si è tenuta nei mercati rionali l'iniziativa volta a far conoscere la celiachia, un’intolleranza tanto presente su molte persone quanto poco conosciuta e trascurata, con food blogger e nutrizionisti insieme per presentare le loro creazioni glutenfree. Il seguito che ha lasciato è destinato a prolungarsi nel tempo e divenire un’istituzione permanente. Il calendario ha concentrato gli eventi in una sola settimana ed ha interessato i seguenti mercati rionali: – Mercato Nomentano, Piazza Alessandria – Mercato Condottieri, Via Alberto da Giussano – Mercato Cinecittà Est, Via Stefano Ob – Mercato Primavera, Viale della Primavera – Mercato Trieste, Via Chiana.

«Sono circa 14.000 le persone diagnosticate celiache sul territorio di Roma e provincia, e oltre 17.000 in tutto il Lazio – commenta Paola Fagioli, presidente di AIC Lazio – A questi numeri, già significativi, si aggiungono quelli relativi ai non diagnosticati e alle persone che soffrono di sensibilità al glutine i quali, pur non essendo celiaci, devono attenersi a una dieta priva di glutine. Per le persone celiache, mangiare senza glutine non è una scelta, né una moda, ma una necessità ».

celiachia questa sconosciuta 01

Mercato rionale Nomentano di Piazza Alessandria: Due food blogger intenti nella preparazione di un piatto

Alle parole della Presidente Paola Fagioli hanno fatto riscontro quelle dei food blogging ”special event di SuLLeali Comunicazione Responsabile” che hanno voluto precisare come celiachia non fa rima con monotonia, ma tutt’altro! Mangiare senza glutine è anche un’occasione per scoprire nuovi alimenti e inventare soluzioni inedite e gustose, utilizzando i cereali più diversi e valorizzando i cibi naturalmente privi di glutine. Così per dare senso alle parole i food blogger si sono alternati nella presentazione e realizzazione di fronte ai clienti dei mercati rionali delle loro gustose creazioni culinarie, assistiti da nutrizionisti che hanno spiegato le caratteristiche dei prodotti utilizzati e come combinarli in maniera virtuosa all’interno di una dieta sana ed equilibrata anche in presenza di celiachia.

La manifestazione ha ricevuto il patrocinio della Regione Lazio e del Comune di Roma, Assessorato alla Persona, scuola e Comunità Solidale di Roma Capitale. Oltre le dimostrazioni culinarie, rivestono notevole importanza la permanenza in via continuativa di banchi che, anche in comunione con altre vivande, commercializzano prodotti “gluten free” che al momento hanno ancora costi abbastanza elevati ma, in presenza di un maggiore incremento di domanda dovuto alle migliorate conoscenze, per l’inesorabile legge di mercato, sono destinati a subire considerevoli riduzioni.

celiachia questa sconosciuta 02

Mercato rionale Nomentano di Piazza Alessandria: Due animatori dell’iniziativa curata dall’associazione OnlusA.I.C. – Associazione Italiana Celiachia -

Maggiori informazioni sui siti web: www.aiclazio.it - facebook.com/AIC.Lazio - www.settimanadellaceliachia.it

Foto © Donatello Urbani 


archivio

Nice Social Bookmark

FacebookMySpaceTwitterDiggDeliciousStumbleuponGoogle BookmarksRedditNewsvineLinkedinRSS FeedPinterest
Pin It