profumi sapori e colori di sicilia nei vini vulcanici 01 

La Sicilia si conferma al top per la qualità di vigneti e vini ed è la quarta regione italiana per produzione di vino. L’Etna è un mondo a parte nell’enologia non solo siciliana, ma mediterranea. Oggi l’Etna è una zona riconosciuta per essere una delle zone più vocate per la produzione del vino, tra i 10 grandi territori nel mondo. Il calore del Sud si sposa alle brume, alle escursioni termiche, alle piogge frequenti, insomma c’è un pizzico di grande Nord in questi vini. Si percepisce nei toni delicatamente fruttati, erbacei e di bosco,

Due etichette accattivanti: Rosso o Bianco, il vino schietto della Sicilia che nasce alle pendici del vulcano è l’Etna Neri DOC, un vino di chiara connotazione territoriale con tante storie da raccontare è prodotto all’interno della tenuta che evoca l’eccellenza enologica ed interpreta l’espressione autentica della bellezza siciliana.

Prodotti italiani di eccellenza, vere chicche che nascono in un territorio unico al mondo e per questo non riproducibile: sono i vini dell’Etna. Dotati di forte personalità racchiudono in sé tutto il calore della terra di Sicilia, esaltandone l’intensità con il fuoco che brucia incessante sotto la superficie. Terra fertile e a vocazione vinicola da secoli, e geograficamente molto limitata, la zona intorno al vulcano ci regala nettari di altissima qualità. Le tenute della famiglia Neri si estendono all’interno dello splendido Parco dell’Etna, nel territorio del comune di Linguaglossa (CT), e i vigneti da cui si ricava un pregiato vino rosso e bianco.

L’Etna Bianco che nasce da queste terre laviche è ottenuto da uve Carricante, una varietà a bacca bianca esclusiva dell’Etna, e Catarrato, il vitigno a bacca bianca più allevato in Sicilia, quello prodotto nei terreni lavici dell’Etna, entrambi frutto di vigne di Contrada Arrigo a Linguaglossa.

profumi sapori e colori di sicilia nei vini vulcanici 02

Mostra un profilo elegante ed evoca i profumi dei fiori bianchi e della frutta fresca con un cenno di erbe aromatiche: un bouquet di emozioni che regala al palato equilibrate sensazioni di freschezza e sapidità che si uniscono a una piacevole morbidezza, accompagnata da una bella tessitura setosa; al sorso è lineare, armonico, molto piacevole e lungo. Il suo colore brillante è quello del sole della Sicilia mentre i delicati riflessi verdi evocano la macchia mediterranea. Esprime al meglio l’autenticità territoriale dei bianchi ottenuti sul versante Est dell’Etna. Il vino ideale da sorseggiare durante l’aperitivo, si sposa perfettamente con antipasti e ottimo per accompagnare piatti di pesce, perfetto da gustare durante un pranzo all’aria aperta.

L’Etna Rosso è un corposo e possente vino DOC prodotto nelle terre del catanese, sotto appunto all’Etna dal quale prende il nome che ne suggerisce anche il colore, difatti questo vino si presenta di uno splendido colore rosso intenso, con riflessi rubino e se invecchiato leggermente più a lungo, quasi tendenti al violaceo. Sicuramente di grande suggestione all’interno del calice.

Il Rosso è ottenuto da uve Nerello Mascalese di una vecchia vigna ad alberello. Un prodotto per così dire storico, che nasce in un territorio complesso e unico come quello del versante nord-est del vulcano, dove l’acidità discreta e la struttura delicata concorrono a dare vini di grande equilibrio e rara piacevolezza.

L’Etna Rosso, è dotato di forza, eleganza e finezza. All’olfatto, si annuncia da un profumo inebriante, intenso, caratteristico, dato sicuramente dai frutti rossi, ma anche leggermente speziato. Il sapore di questo vino è proprio come ce lo si attende: morbido, intenso, corposo, in piena armonia con la sua terra. E’ bene abbinarlo con un accostamento gastronomico robusto e saporito. Di certo la cucina locale offre non poche possibilità di scelta, la carne alla griglia saprà sicuramente esaltarne il sapore.

I wine-lovers si trovano qui in un vero paradiso. Sorseggiare un intenso calice di vino, dal profumo inebriante, mentre si contemplano i filari delle vigne che gli hanno dato vita è un’esperienza che va oltre il fascino del paesaggio. Diventando una realtà che somma in sé il concetto di amore per il territorio e riscoperta del ritmo slow -corretto e in armonia con la natura del vivere.

Si possono prenotare degustazioni guidate sia in italiano che in inglese, che prevedono una prima passeggiata tra i vigneti e a seguire degustazione abbinate a prodotti tipici siciliani come salumi e formaggi.

www.hotelvillaneri.it 


archivio

open colonna bistro cucina democratica di qualita alla stazione termini 01

Ha aperto a Termini, la stazione più grande d’Italia e la seconda d’Europa per numero di flussi di passeggeri, Open Colonna Bistrò, ristorante “democratico” dello chef stellato Antonello Colonna. Il locale, realizzato con Chef Express (Gruppo Cremonini) si trova negli spazi rinnovati dell’Ala Mazzoniana, una location suggestiva, che risale agli anni ’20 del secolo scorso, con le volte restaurate e le lampade di fattura razionalista e che completa l’offerta food della stazione più grande d’Europa per lo shopping con 360 negozi d cui 50 di cibo.

Scopo del nuovo locale, secondo quando dichiarato da Cristian Biasoni, Amministratore delegato di Chef Express durante l’inaugurazione, a cui ha partecipato anche Sebastien De Rose, Chief Operating Officer di Grandi Stazioni Retai, insieme ad Antonello Colonna, è “alzare la qualità del comfort e del servizio offerto dalla stazione e fare da ponte tra il quartiere e le persone. Un locale dal concetto democratico, di classe ma accessibile a tutti... Sono oltre mezzo milione le persone che ogni giorno passano per la stazione Termini e 2200 quelle che vi lavorano. Open Colonna fa parte di un progetto di rinnovamento”, ha continuato Biasoni, “che Chef Express sta mettendo in atto con due punti vendita al piano terra, da una parte l’offerta del salato di Renzini Salumi e di fronte l’offerta dolce di Cioccolatitaliani. Qui vogliamo proporre la tradizione della cucina italiana di alto livello ma alla portata di tutti”.

open colonna bistro cucina democratica di qualita alla stazione termini 02

Il Gruppo, che gestisce circa 80 punti vendita in 46 stazioni italiane e un quarto della ristorazione della stazione Termini, ha puntato sulla collaborazione con Antonello Colonna, che dura da oltre 20 anni, per offrire ai viaggiatori la tradizione enogastronomica romana a prezzo “democratico”, come ha sottolineato durante la presentazione lo Chef che ha dichiarato: “Il vero lusso nel cibo è la ricerca. Mai accontentarsi, perché la vera evoluzione della cucina è la continua ricerca. Sfida, passione, agonismo, mettersi in discussione ogni minuto, è questa l’evoluzione del cibo. Chi l’ha detto che in una cucina di stazione non si può mangiar bene?, non si può fare della buona cucina ad un prezzo democratico? Il concetto prezzo/qualità deve essere a favore della qualità. E con i romanissimi a 12euro offriamo la tradizionale cucina romana alla portata di tutti perché il nostro obiettivo è “sentirsi a casa”.

Interessante il menù dove a fianco della Gricia, troviamo la Carbonara, l’Amatriciana e la Cacio e Pepe, tutti piatti a 12 euro, si sale a 13 per il Riso basmati con salmone e melanzane mentre si scende a 10 per la Pasta e Fagioli, un classico della tradizione romana. Tra i secondi non poteva mancare il Baccalà e ceci e la trippa alla romana, oltre ad una selezione di uova, grigliate e insalatone e quattro tipi di dolci. Interessanti i consigli dello chef, quattro scelte, per un primo piatto e un dolce accompagnato da un calice di vino a 20 euro.

www.antonellocolonna.it 


archivio

Nice Social Bookmark

FacebookMySpaceTwitterDiggDeliciousStumbleuponGoogle BookmarksRedditNewsvineLinkedinRSS FeedPinterest
Pin It