summer mela cultura arte tradizioni e folk indiani a roma 01

Migliore presentazione di quella offerta da Riccardo Biadene, curatore di questo festival, non poteva esserci: “Per la quinta edizione di SummerMela– RomaFINDs India, arrivano nella capitale grandi interpreti della cultura, della musica e della danza indiana. Il Festival di Arte e Cultura Indiana che la Fondazione FIND organizza e promuove dal 2013 a Roma, Zagarolo e in altre città d’Italia, prende il suo nome da MELA che in sanscrito indica l’incontro, la celebrazione collettiva di una particolare festività: il Kumbh Mela è forse la più nota di queste manifestazioni e raccoglie milioni di pellegrini nei luoghi sacri alla tradizione indù. Il Festival SummerMela nasce quindi come momento di festa, un invito a partecipare e conoscere la cultura dell’India nelle sue migliori espressioni artistiche sia della tradizione che della contemporaneità”.

Questa quinta edizione si apre con un doppio appuntamento nei giorni del 17 e 18 giugno alle ore 21. La più importante compagnia indiana di danza contemporanea: Attakkalari Centre For Movements Arts di Bangalore porterà in scena al Teatro Argentina lo spettacolo Bhinna Vinyasa.

Il programma del Festival continua il 20 giugno alle ore 21 nella Sala Petrassi dell’Auditorium Parco della Musica con Swayambhu, con un eccezionale spettacolo di danza tradizionale kuchipudi dell'acclamata danzatrice Shantala Shivalingappa accompagnata sul palco da J. Ramesh (voce), D.V. Prasanna Kumar (nattuvangam), N. Ramakrishnan (mrindangam), Rajkamal Nagaraj (flauto). Questo spettacolo, che s'inscrive nella rassegna musicale “LuglioSuonaBene 2017”, celebra anche l'International Day of Yoga, con una sessione di yoga aperta a tutti nei giardini pensili dell'Auditorium Parco della Musica, a partire dalle ore 18. Shantala Shivalingappa durante la sua residenza artistica FIND terrà nei giorni 23, 24, 25 giugno, una masterclass di danza kuchipudi, curata dall'associazione Gamaka, nelle sale affrescate del pittoresco Palazzo Rospigliosi di Zagarolo. Sempre nei giardini di Palazzo Rospigliosi a Zagarolo, la sera di sabato 24 giugno alle ore 21, Atmananda e Marianna Biadene si esibiranno alternando brani di danza classica di stile kuchipudi e bharatanatyam in uno spettacolo a ingresso libero.

I successivi appuntamenti avranno come focus la musica classica indiana e il cinema documentario. Nella sera del 28 giugno alle ore 21.30 presso l'Accademia Filarmonica Romana, il Maestro dello stile classico dhrupad, Bahauddin Dagar (rudra veena), si esibirà insieme a Pelva Naik (voce) e Sudarshan Chana (jori). Anche questo concerto sarà preceduto da una sessione di Yoga aperta al pubblico dalle ore 18 alle ore 20 nei giardini dell’Accademia Filarmonica. Il trio replicherà il concerto il 2 Luglio alle ore 20 al Teatro la Fenice di Venezia.

La sera del 29 giugno alle ore 21 al Cinema Farnese avrà luogo la prima romana del film documentario "Alain Daniélou - Il Labirinto di una Vita" di Riccardo Biadene, già in programmazione sia alla world premiere di Nyon e che al Biografilm Festival di Bologna. Lo proiezione sarà accompagnata da interventi del regista, del prof. Giorgio Milanetti (Letteratura hindi, Università Sapienza), di Adrián Navigante (direttore FIND Research and Intellectual Dialogue) e dello scrittore Emanuele Trevi.
Sempre presso l'Accademia Filarmonica Romana, il 5 luglio alle ore 21.30, a chiusura della quinta edizione del SummerMela, ci sarà il concerto del grande Maestro Krishna Bhatt (sitar), accompagnato da Sougata Roy Chodouri (sarod) e Nihar Mehta (tabla). 

A questo ricco calendario di spettacoli si affiancano lezioni, seminari, stages e workshop di yoga, molte gratuite, tenute dai Centri e Scuole romane ed organizzate con la collaborazione dell’Ambasciata della Repubblica Indiana in Roma – Via XX Settembre, 5. La partecipazione deve essere prenotata via e.mail a info.wing@indianembassy.
Informazioni dettagliate sui programmi dell’intero festival ed acquisto biglietti per gli spettacoli, consultare il sito web: www.summermela.find.org.in


archivio

Sarà una giornata da non perdere quella in calendario a Ostia domenica 28 maggio. Per la prima volta la Michelangiolesca Torre San Michele, a pochi passi dalla foce del Tevere e non lontana dal nuovo Porto Turistico, per una giornata riaprirà i battenti grazie all’impegno dell’Associazione di Volontariato Culturale Torre San Michele Ostium Onlus. 

domenica 28 maggio ostia riparte da michelangelo 01

Progettata da Michelangelo e realizzata da Pio IV e Pio V, la torre di San Michele è alta 18 m ed è suddivisa in tre piani. Peculiare è la terrazza, inclinata per facilitare il deflusso dei proiettili. Era stata ristrutturata nel 1930. Dopo quattro lunghi anni di sacrifici, lavori di pulitura e di restauro e non ultimo, sforzi economici, in nome e per conto degli abitanti del X Municipio di Roma, l’Associazione ha ottenuto sotto la propria responsabilità l’apertura al pubblico della Torre dalle 8 alle 22. Per l’occasione interverranno rappresentanti del Ministero dei Beni Culturali e del Comune di Roma, Autorità Civili, Militari ed Ecclesiastiche, giornalisti di stampa, radio, tv e web.

"Ostia riparte da Michelangelo” sarà il tema della conferenza che si terrà alle 10, nei locali della torre, e alle quale sono invitati i Comandi delle Forze dell’Ordine del X Municipio di Roma, le Municipalizzate ed i Professionisti del territorio, le Associazioni Affiliate e non, i Soci fondatori della Torre San Michele Ostium ONLUS e i Volontari iscritti. Nel corso della conferenza si affronterà il tema dell’immenso patrimonio artistico italiano che spesso viene conosciuto solo grazie all’impegno delle Associazioni di Volontariato.

Tra i progetti che l’Associazione Torre San Michele Ostium Onlus spera di attuare c’è l’apertura di tre monumenti di Ostia purtroppo attualmente abbandonati: TORRE SAN MICHELE, mai aperta al pubblico, fatiscente, ma recuperabile (l'Associazione ha trovato due sponsor disponibili a  collaborare, uno con un progetto di intervento per rifare tutto il parco, manutenzionarlo, irrigarlo e piantumarlo, un altro sponsor si è proposto per illuminare la Torre e finire un impianto elettrico iniziato e sospeso); TOR BOACCIANA, da sempre coperta dai rovi e lasciata all’abbandono; e LA VILLA DI PLINIO, con Mosaici romani abbandonati, recuperati e poi lasciati alla mercé di ladri e stupratori di beni culturali.

Durante la giornata di domenica avrà luogo anche uno storico gemellaggio: il percorso della via Nicolaiana. Una processione di più di mille pellegrini partirà dalla Chiesa di San Nicola di Ostia, attraverserà la città sotto la guida del Vescovo Monsignor Paolo Lojudice e dei parroci locali. Intorno alle 12 la processione entrerà nel parco della Torre per la visita e la benedizione.

Ricco di eventi il programma della giornata, che inizierà alle ore 8,00 con l'apertura del cancello (I possessori di tessera potranno da subito accedere alla visita. L’ingresso è gratis. La tessera include l’assicurazione Rc. L’offerta è volontaria) e proseguirà come indicato:

10,00 Inizio conferenza sul tema “Ostia riparte da Michelangelo”; con interventi a richiesta
11,00 Esibizione dei Falconieri; altri spettacoli ed esibizioni degli artisti di strada, mentre si aspetta di entrare alla torre
11,30 Prima gara degli Arcieri di San Michele Arcangelo: punteggi utili per la semifinale
12,00 Arrivo della VIA NICOLAIANA; entrata riservata ai pellegrini che dovranno proseguire per l’Idroscalo, la “Benedizione del Mare” e la Chiesetta del Borgo; pannelli e rievocazione eventi. Spettacolo di sbandieratori, con circa 60 figuranti in costume medioevale
13,00 Semifinale Arcieri; attori declameranno monologhi durante i percorsi nel parco e nella Torre
14,00 Riparte la visita per chi si è iscritto e prenotato; Architetti di STRUCTURA raccontano la Torre
15,00 L’assistenza ai piani è a cura di volontari della Protezione civile: la visita continua
16,00 Davanti alle scale della Torre, assalto al ponte levatoio da parte di pirati ottomani
17,00 Finale Arcieri e premiazione. Durante la visita nelle carceri avverranno simulazioni artistiche
18,00 Spettacolo con Aquile e Falchi, artisti di strada, giostra dei cavalli per i più piccoli
19,00 Al primo e al secondo piano esposte opere realizzate da artisti locali, con pannelli sulla storia del Cinquecento
20,00 Spettacolo equestre - Carosello Medioevale - con assalto e uso di lancia, mazza e spada
21,00 Aspettando l’accensione di Torre San Michele continua la visita con effetto luci. Sul palco dalle ore 17,00 esibizione di artisti locali. Alle 21,00 I SOLITI IGNOTI band.
22,00 Cominciamo a chiudere; chi è dentro inizia a defluire tranquillamente, appuntamento alla prossima volta!

Per tutta la giornata la LIPU sarà a disposizione con alcune guide per la visita all’Oasi Naturalistica che si trova a fianco della Torre.

Per maggiori informazioni:  Associazione Volontariato Culturale Torre di San Michele Ostium ONLUS - Sede Sociale Via dell’Idroscalo, n. 360 – Tel. 06.5690961 – Cell. 3669017158


archivio

Nice Social Bookmark

FacebookMySpaceTwitterDiggDeliciousStumbleuponGoogle BookmarksRedditNewsvineLinkedinRSS FeedPinterest
Pin It