la 55ma edizione di nero norcia ai nastri di partenza 01

Torna "Nero Norcia", la mostra mercato del tartufo nero pregiato e dei prodotti tipici della Valnerina e mai come quest'anno significa "rinascita". La manifestazione rappresenta il risveglio dal torpore dell’inverno, ma dopo gli eventi sismici del 2016 che hanno colpito per la città di san Benedetto questo evento rappresenterà un momento di respiro nazionale molto significativo.

Per tre fine settimana, 23-25 febbraio, 2-4 e 9-11 marzo, Nero Norcia mette insieme la sua lunga tradizione e la voglia di guardare al futuro con un’edizione, la 55esima, rinnovata nella veste grafica e nei contenuti.

In chiave ricostruzione il centro storico ospiterà iniziative di carattere istituzionale, il centro polivalente la parte convegnistica, mentre la mostra mercato sarà per il secondo anno nello stadio comunale Europa. Qui Norcia avrà modo di esprimersi attraverso le tipicità gastronomiche che l’hanno resa famosa, oltre al tartufo nero pregiato, la norcineria, i legumi e i formaggi. Negli oltre 100 stand enogastronomici ci sarà spazio, inoltre, per tante altre regioni italiane con i loro prodotti tipici.

I tre weekend saranno tematici. Il primo dedicato al tartufo nero di Norcia con approfondimenti sul prodotto di eccellenza e bene da tutelare, il secondo alla filiera dell’agroalimentare, il terzo all’economia della ricostruzione 4.0. Nella prima giornata, il 23 febbraio, è in programma un workshop che vede la partecipazione del Ministero dello sviluppo economico e dell’Istituto internazionale per il commercio estero per discutere delle opportunità all’estero delle piccole e medie imprese locali. A seguire, alle 10.30, il convegno ‘Il tartufo: cultura e valorizzazione del territorio’ con l’Associazione nazionale Città del tartufo, di cui Norcia è tra i soci fondatori, presentatrice e referente del percorso di candidatura Unesco per la ‘Cerca e cavatura del tartufo in Italia’ come patrimonio immateriale dell’umanità. Poi, il taglio del nastro alla presenza delle autorità alle 16. Sabato 24 alle 15.30, invece, ci sarà una delegazione del Gruppo europeo tartufo per parlare de ‘Le potenzialità della tartuficoltura in Europa e strategie di miglioramento’. La chiusura del primo weekend è affidata domenica alle 10 al Gal Valle umbra e Sibillini con un incontro sulla rete sentieristica della Valnerina come volàno di sviluppo. Il secondo capitolo si apre venerdì 2 marzo alle 10.30 con la tavola rotonda a cura di Federalimentare ‘Tutela e valorizzazione dei prodotti agroalimentari’ e si chiude domenica 4 marzo con un focus del Lions Clubs Perugia Host. Nel terzo fine settimana si parla di ricostruzione in chiave di strumenti e infrastrutture digitali a partire da venerdì 9 marzo alle 15 con la tavola rotonda ‘Acceleratio’, momento di confronto tra realtà nazionali come G2 Milano e locali tra cui Connesi, con la presenza di acceleratori d’impresa che potranno dare spunti alle aziende del territorio per rialzarsi.

Spazio, poi, a tante altre attività come Incontri b2b tra aziende italiane, buyer e chef esteri, show cooking, rievocazioni e spettacoli medievali e al cartellone culturale che vedrà il suo momento più alto nella presenza in forma completamente gratuita di Michele Zarrillo, domenica 4 marzo alle 15.

“Nero Norcia è un evento di straordinaria importanza per la nostra comunità – ha dichiarato Giuliano Boccanera, assessore allo sviluppo economico del Comune di Norcia –, in questo momento di rilancio delle nostre aziende colpite duramente dal terremoto. Nell’era della globalizzazione possiamo difenderci soltanto con prodotti di altissima qualità che rispondono alle eccellenze di un territorio e alla tradizione di una lavorazione tramandata di generazione in generazione. Solo questo permette oggi a Norcia di affacciarsi sul mercato nazionale con i suoi prodotti. Il terremoto ha inciso pesantemente sul tessuto sociale ma da un anno e mezzo stiamo lavorando e l’associazionismo di Norcia ci sta aiutando per il rilancio della città e della sua mostra mercato”.

Per infomazioni: www.nero-norcia.it


 archivio

 

firenze e cioccolato veste nuova per la fiera del cioccolato artigianale 01

Conto alla rovescia per “FIRENZE E CIOCCOLATO” la fiera del cioccolato artigianale che dal 2 all'11 marzo farà di Firenze la capitale del cioccolato in tutte le sue espressioni.

Un'edizione speciale che rappresenta a tutti gli effetti una sorta di “anno zero” dell'ormai storica manifestazione – da quattordici anni fra gli appuntamenti più attesi e partecipati del panorama toscano – che si presenterà al pubblico in una veste completamente rinnovata, sia dal punto di vista estetico che a livello di contenuti: una golosa tappa per curiosi ed appassionati, ma anche una vetrina dedicata ad operatori e professionisti.

Nella splendida cornice offerta da Piazza SS. Annunziata, nel cuore di Firenze, un parterre di oltre venti maestri cioccolatieri provenienti da tutta Italia offrirà al pubblico, fra cioccolatini, praline, tavolette, ganache e molto altro ancora un imperdibile viaggio da nord a sud della Penisola nell'universo del cioccolato e delle sue più originali interpretazioni artigianali.

Imperdibile il programma che animerà ininterrottamente le giornate dell'evento, con preparazioni in diretta e cooking show firmati da chef stellati e di caratura nazionale: Rocco De Santis (Santa Elisabetta), Deborah Corsi (La Perla del Mare), Beatrice Segoni (Konnubio), Matia Barciulli (Osteria di Passignano), Alessandro Liberatore (Villa Cora), Vincenzo Guarino (Il Pievano), Silvia Baracchi (Il Falconiere), Alessandro Sardi (La Bottega del Buon Caffè) e Massimiliano Catizzone (Villa La Palagina).

E poi ancora giochi e laboratori dedicati ai più piccoli, degustazioni ed abbinamenti guidati, con contaminazioni dai mondi di pasticceria, gelateria e cucina d'autore. Ma non solo. Ampio spazio avranno infatti una serie di incontri di approfondimento del “prodotto cioccolato” di taglio trasversale, con particolare attenzione agli aspetti salutistici e nutrizionali passando da prospettive più insolite come il rapporto fra sport e cioccolato ed altre tematiche di attualità.
Martedì 6 marzo anche un momento di grande valenza sociale organizzato in collaborazione con la Caritas di Firenze: presso la mensa del centro storico - affacciata proprio sulla piazza sfondo della fiera - Luigi Bonadonna, chef dello Chalet Fontana, realizzerà un pranzo “a tema” per gli ospiti della struttura.
Ad arricchire il calendario anche spettacoli ed intrattenimenti, che faranno di Piazza SS. Annunziata un luogo in cui trascorrere piacevoli momenti di gusto e relax con tutta la famiglia. La manifestazione, ad ingresso gratuito ed aperta tutti i giorni dalle 10 alle 22, è organizzata da JDEvents di Firenze. Fra i collaboratori il maître chocolatier Andrea Bianchini.

Programma e aggiornamenti in tempo reale sono disponibili sul sito www.fieradelcioccolato.it.

Info: 055.433349 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - FB:  https://www.facebook.com/FieraCioccolatoFirenze/ 


archivio

Nice Social Bookmark

FacebookMySpaceTwitterDiggDeliciousStumbleuponGoogle BookmarksRedditNewsvineLinkedinRSS FeedPinterest
Pin It