la notte delle candele di vallerano vt 01

Il 26 agosto prossimo sono attese oltre 20000 persone per l’XI edizione della NOTTE DELLE CANDELE DI VALLERANO, il magico evento che illuminerà lo storico borgo medievale nel cuore della Tuscia viterbese e che vede la partecipazione degli stessi abitanti, alle scenografie dei lumi in ogni angolo, vicolo, piazza del Paese.

Sabato 26 agosto (come da tradizione ultimo sabato dell’ultimo mese estivo), oltre 100mila ceri saranno i protagonisti di un’edizione, l’ultima per il sindaco di Vallerano Maurizio Gregori, che ha già registrato, con affluenze da tutta Italia (e anche da qualche nazione europea) il tutto esaurito. E quest’anno verranno allargati oltre il centro storico i confini dell’area luminosa, ospitando anche un maggiore numero di artisti (quasi trenta!) che si esibiranno in contemporanea nei punti più suggestivi del borgo permettendo alle migliaia di convenuti di vivere un percorso indimenticabile tra musica e arte di ogni tipo. Altra novità, oltre il servizio navetta che dai parcheggi porterà all’ingresso della manifestazione, la piazza principale che, a sorpresa, sarà decorata con video e candele attraverso un lavoro suggestivo unico nel suo genere.

Questi alcuni degli itinerari, luoghi, artisti e progetti che faranno parte dell’undicesima Notte delle Candele di Vallerano a partire dalle ore 21,00:

Valeria Carissimi - Giardino Centro Storico
Alessandra Salerno – Piazza Ospedale
Premio “Alvaro Bigiaretti’ – Via Ospedale
Merenda Clandestina – Largo S. Andrea
Youkus – giardino comunale - Ukulele ensemble
Astenersi PerdiTempo – Piazza San Vittore - Musica liquida
Oceani 5t – Piazza Casalino - Oceani. La Musica del Mare
Astronomitaly – via dei granari
Lo candelaro viterbese – colle a sole
Duo Country Diamonds of Dust – colle a sole
Noise Traffic – Via dei Cellari
Los 3 Saltos – via colle a frio
Thomas Valente e l’Orchestra Maldestra – via colle a frio
Area bimbi a cura di Armakà Animation– via caduti di Nassirya
Il regno del ghiaccio e dei fiori – piazza della Repubblica
Tamburellisti di Torre Paduli, la pizzicata di mezzanotte – piazza della Repubblica
Simone Gamberi – largo Trento
Starligh dance party – piazza Padella
Area Hip Hop– viale Trieste
Una Tamtum Marching Band – via della pieve
Urban Vibes – via Agostini
Pietro Benedetti in cantando transumando – itinerante
Mercatino delle antiche botteghe farnesiane – piazzale Madonna del Ruscello
Simone Baggiani – colle a sole

La manifestazione, come di rigore, sarà l’ultima tappa del festival “Piccole serenate notturne” che, giunto alla sua sedicesima edizione, ospiterà in Piazza dell’Oratorio, ad ingresso libero, anche il gruppo COLLETTIVA CONCORDE con Un Domingo en la Boca (Martedì 22 Agosto - ore 21.30) e il quintetto vocale BMV CABRIO (Giovedì 24 Agosto - ore 21.30).

Biglietti al prezzo di €5 acquistabili in loco o in prevendita al sito http://www.i-ticket.it/prevendita/index.php?cmd=event&event_id=2376

Grande attesa anche per la gemellata Notte delle Candele spagnola, la cosiddetta NIT D’ESPELMES che avrà invece luogo questo sabato, 29 luglio, a Pals (Girona), in Costa Brava.


archivio

seconda edizione del salone del turismo rurale a umbriafiere 01

Torna dal 6 all’8 ottobre 2017 il Salone del Turismo Rurale Eco Natura, organizzato da MC Marketing Consulting, con il patrocinio dell’Unesco, dell’Enit, della Regione dell’Umbria e delle principali associazioni di settore. Si terrà a UmbriaFiere, in provincia di Perugia, in concomitanza con “Fa’ la cosa giusta”, la fiera del consumo critico e degli stili di vita sostenibili, alla quale la accomunano finalità e motivazioni.

Il salone si aprirà con il consueto Workshop b2b, dedicato agli operatori, che avranno un’importante occasione di incontro diretto proprio il 6 ottobre. Il programma della manifestazione prevederà anche la mostra aperta al pubblico, con espositori provenienti da tutta Italia, momenti di approfondimento e di informazione, sia per gli operatori che per i visitatori, laboratori per i più piccoli.

Tra le novità 2017 la BTA, Borsa del Turismo Agroalimentare, organizzata dal Consorzio Umbria & Tastes, nell’ambito del Salone, che mette in mostra le eccellenze enogastronomiche di Umbria, Marche, Abruzzo e Lazio, con esposizioni di tipicità locali dal produttore al consumatore, valorizzazione di itinerari a tema enogastronomico e momenti di approfondimento e di animazione per il pubblico di appassionati.

Il Salone sarà, ancora una volta dedicato al viaggio sostenibile e responsabile, alla vacanza rurale, a stretto contatto con la natura, con le tradizioni e l’autenticità dei territori. L’attività in programma per questa nuova edizione sarà incentrata sul Turismo Sostenibile, visto che l’Onu ha proclamato proprio il 2017 anno del Turismo Sostenibile, con il claim “Viaggiare, divertirsi, rispettare”.

Senza dimenticare, poi, che nel Piano del Turismo 2017/2020 del MIBACT, il Turismo rurale è strategico per il settore nell’intero Paese perché, con tutto il suo bagaglio di cultura, tradizioni, storia, natura, sostenibilità, gusto, ben sintetizza il concetto che dell’Italia hanno i turisti, soprattutto all’estero. 

Del resto, il turismo rurale nel suo complesso è un settore in crescita, come dimostrano i dati Istat che parlano, per il 2015 nell’intera penisola, di un numero di agriturismi in aumento del 2,3% rispetto all’anno precedente e di presenze pari a oltre 11 milioni, con un +4,9%, di cui quasi 6 milioni nella sola estate. Segno che, sempre più, la gente sceglie una vacanza a contatto con la natura e con l’autenticità del territorio. Senza contare che, nello stesso periodo, più di 4 italiani su 10 hanno visitato e fatto acquisti in frantoi, cantine, malghe e mercatini “dal produttore al consumatore”.

Il turismo rurale è, peraltro, strettamente legato alle attività agricole a cui si devono, in buona parte, la creazione, lo sviluppo e il mantenimento di quei beni collettivi che sono il paesaggio culturale, il prestigio dei prodotti tipici, la biodiversità ambientale, fattori che hanno contribuito a dare un’identità ad intere zone del Paese.

In tal senso, il Salone Eco Natura intende rappresentare un’opportunità non solo di promozione della vacanza responsabile e rurale, ma anche di confronto e di scambio di buone pratiche tra operatori, associazioni, istituzioni, affinché lavorino insieme per “vendere” al meglio l’identità e l’unicità che caratterizza l’Italia e per salvaguardare e valorizzare l’Anima Verde del nostro paese.

Durante la prima edizione del Salone, tenutasi a settembre del 2016, sono stati 62 i buyer italiani e stranieri che hanno partecipato e il doppio i seller da tutta Italia, presenti con proposte per una vacanza di qualità, ricca di benessere, relax e piacere.

Per maggiori informazioni: www.turismorurale.info


archivio

Nice Social Bookmark

FacebookMySpaceTwitterDiggDeliciousStumbleuponGoogle BookmarksRedditNewsvineLinkedinRSS FeedPinterest
Pin It