la castagna protagonista a vallerano 01

Proseguirà fino al 3 novembre la Festa della Castagna di Vallerano, borgo adagiato alle falde orientali del Monte Cimino, tra i boschi della Tuscia Viterbese. Abitato fin dall’età del bronzo, appartenente alla Chiesa di Roma da sempre, passato dagli Orsini ai Farnese e infine confluito nel Regno d’Italia, Vallerano conserva tra gli antichi vicoli scorci caratteristici del suo passato medievale e antiche chiese come il Santuario di Maria SS. del Ruscello appena fuori del centro storico. Interessante anche la vecchia cantina di lavorazione delle Castagne, dove il frutto del sottobosco veniva lavorato e conservato per l’inverno.

Ai tempi della civiltà contadina la castagna era un elemento importante della dieta e preziosa provvista per il lungo inverno. Le proprietà benefiche delle castagne sono ben note: la castagna fresca apporta al nostro organismo circa 200 calorie per ogni 100g. Ricche di amido e fibre, le castagne contengono anche un’alta percentuale di sali minerali quali potassio, fosforo, magnesio, calcio e ferro. Zuccheri, proteine di buona qualità e vitamina C/B1/B2/PP e pochi grassi completano le caratteristiche. Le castagne riequilibrano la flora intestinale e sono un valido aiuto nella riduzione del colesterolo. Possono essere un alimento alternativo per bambini allergici al latte di mucca o al lattosio. La farina di castagne si rivela utile nell’alimentazione di persone intolleranti ai cereali.

Il programma della Festa della Castagna prevede per tutti i sabati e le domeniche visite guidate al borgo e alle chiese di Vallerano ed escursioni organizzate dalla Proloco, mercatino dell’artigianato, Stand di prodotti tipici locali tra cui quello dell’Associazione Amici della Castagna, caldarroste e vino in piazza dalle ore 16.00 e tutte le sere intrattenimento musicale dalle ore 17.00.

la castagna protagonista a vallerano 02

Ogni domenica dalle ore 15,30 una sfilata con spettacolo di sbandieratori animerà il programma. Domenica 20 ottobre dalle 10 alle 12 animazioni per bambini con I Mattacchioni, e il 19-20 ottobre (con replica il 1-2 novembre) laboratorio di intreccio dei canestri di vimini per grandi e piccini. Per prenotazioni 338-6328225 – 391-1773990.

Saranno riaperte le caratteristiche cantine scavate nel tufo trasformate per l’occasione in locali dove si potranno degustare sia a pranzo che a cena i piatti tipici locali innaffiati da generosi vini locale. Tra le ricette tipiche ricordiamo le zuppe, la minestra di lenticchie e castagne, il risotto con castagne e salsiccia, la polenta con sugo di salsicce e castagne, la zucca e castagne al forno. Notevoli i dolci di castagne, tra cui le praline alla crema di marroni e il rotolo con crema di castagne.

la castagna protagonista a vallerano 03

Allo stand degli amici della Castagna sarà anche possibile ricevere una copia omaggio del libro delle ricette, così da proseguire nelle proprie cucine il percorso gourmand incentrato su questo prodotto della Natura dotato di una particolare lucentezza ed insignito dalla Comunità Europea del marchio di Denominazione di Origine Protetta (DOP), primo ed unico ancora in Italia, il 7 aprile 2009.

Per saperne di più: www.castagnavallerano.it  - Pagina FB: https://www.facebook.com/festadellacastagnadivallerano/?fref=ts  - Canale youtube: https://www.youtube.com/watch?v=8kFFl6HJOIE  - punto informazioni in Piazza della Repubblica:- INFOLINE 3343060091 - 3337404793

Cantine Aperte per info e prenotazioni: La Bettala 347-2605858, Amici della Castagna 334-2258277, Cantina della Stoppa 328-7750249, Cantina Polisportiva Monti Cimini 335-6484077


archivio

il tartufo bianco di acqualagna conquista roma 01
Il 9 ottobre scorso è stata presentata a Roma la 54^ Fiera Nazionale del Tartufo Bianco presso il Pio Sodalizio dei Piceni. E’ stato lo stesso sindaco Luca Lisi a illustrare il programma della prossima edizione della Fiera che aprirà il 27 di ottobre e proseguirà nelle giornate del 1, 2, 3, 9 e 10 novembre. Insieme a lui Alessia Morani, Sottosegretario allo Sviluppo Economico e Giuseppe Labbate, Sottosegretario alle Politiche Agricole, Filippo Gallinella, presidente Commissione Agricoltura Camera, il senatore marchigiano Mauro Coltorti, presidente della Commissione Lavori pubblici e comunicazione e Renato Claudio Minardi, vice Presidente del Consiglio regionale delle Marche.

Durante la presentazione il sindaco Luca Lisi ha dichiarato: “Quest’anno, la Capitale del tartufo punta sulla grande qualità della cultura agroalimentare. Una sei giorni di gusto e passione concentrati sul Tartufo Bianco di Acqualagna, la sua storia e la sua valorizzazione, attraverso i grandi Maestri della cucina italiana per un’esperienza altamente innovativa che sa unire sapientemente gastronomia con arte, design e cultura in una terra che è riuscita a fare del suo prodotto un’eccellenza alimentare internazionale. Agli Chef stellati si alterneranno prestigiosi personaggi della cultura italiana e internazionale, imprenditori del territorio e professionisti della cucina. Sarà una grande festa dell’Oro bianco che coinvolgerà tutto il territorio”.

"Il protagonista indiscusso sarà il tartufo bianco, prodotto di alta qualità che si sta affermando sempre più nel mercato nazionale – ha continuato il consigliere metropolitano con delega al turismo Massimo Gnudi -. Sarà l’occasione per conoscere e promuovere l’insieme dei prodotti stagionali che caratterizzano il territorio, ma anche un punto di incontro, grazie ad un calendario ricco di appuntamenti."

La manifestazione inizierà quindi sabato 12 ottobre e fino al 17 novembre coinvolgerà ben 14 comuni nel territorio della città metropolitana, con una serie di iniziative legate al mondo del tartufo. 

Il calendario: 12 e 13 ottobre a Porretta Terme; 12 e 13 ottobre a Lizzano; 13 e 20 ottobre a Monzuno; 19 e 20 ottobre a Pianoro; 19 e 20 ottobre a Castel di Casio; 19 e 20 ottobre a Castiglione dei Pepoli; 20 e 27 a San Benedetto val di Sambro; 20 ottobre a Vergato; 26 e 27 ottobre, 1-3 novembre a Sasso Marconi; 27 ottobre e 1 novembre a Monghidoro; 27 ottobre a Loiano; 1-3, 9-10 e 16-17 novembre a Savigno di Valsamoggia; 2 e 10 novembre a Grizzana Morandi; 10 novembre a Camugno.

E' previsto anche una raduno camper.  Nelle giornate del 27 ottobre, 1-3 e 9-10 novembre l'accoglienza ai turisti in camper nel punto sosta di Via Kennedy (GPS N 43°37'18.06 - E 12°40'20.55) sarà gestita dal Camping Club Pesaro. Per informazioni Sig. Sauro Sorbini, 348.3020780 oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Alla serata romana hanno partecipato numerose autorità ed i più importanti giornalisti dei quotidiani e delle riviste di settore agroalimentare insieme ai direttori e autori dei principali programmi dedicati al cibo e alla cultura agroalimentare di Rai, Sky e Mediaset.

http://www.acqualagna.com/54-fiera-nazionale/


archivio

Nice Social Bookmark

FacebookMySpaceTwitterDiggDeliciousStumbleuponGoogle BookmarksRedditNewsvineLinkedinRSS FeedPinterest
Pin It