Partiamo

Festa grande domenica 22 per la comunità Cinese in Italia: si celebra l’inizio del nuovo anno, il 2023, l’anno del Coniglio. A Roma, sarà una buona occasione per scoprire il quartiere Esquilino, rione multietnico e notoriamente zona della capitale dove si concentra il maggior numero di cittadini cinesi.

L’esquilino è un quartiere che definire interessante è riduttivo perché se si considera che è scelto come luogo di abitazione dal maggior numero di artisti, italiani e non, che hanno scelto di vivere a Roma, si può ben dedurre che è una fucina di sorprese.

roma scoprire l esquilino in occasione del capodanno cinese 02

E il giro potrebbe iniziare proprio da Palazzo Merulana, quell'edificio che, nato nel 1929 in stile umbertino e destinato ad ospitare l’Ufficio d’Igiene della capitale, dopo la chiusura e gli anni di abbandono, grazie ad una comunione di intenti tra CoopCulture e la Fondazione Elena e Claudio Cerasi è rinato a nuova vita e restituito alla collettività con al suo interno una ricca collezione d'arte moderna e contemporanea raccolta negli anni dai due raffinati mecenati (vedi foto sotto).

roma scoprire l esquilino in occasione del capodanno cinese 03

Fino al 22 gennaio il palazzo ospita “Up!”, la mostra collettiva di sette giovani artisti cinesi che, vivendo e studiando in Italia, esplorano il paradigma ibrido che sintonizza l’anima e lo spirito delle proprie radici orientali con motivi e influenze radicati nella cultura occidentale.

Alla base della mostra collettiva c’è la costante ricerca di un equilibrio organico tra Oriente e Occidente.

roma scoprire l esquilino in occasione del capodanno cinese 04

E’ possibile una conciliazione tra la tradizione millenaria dell’Impero Cinese e le urgenze di una giovanissima generazione che in Italia si confronta con l’arte internazionale contemporanea? Questa è la domanda alla quale la mostra cerca di rispondere. I sette artisti, ognuno con un linguaggio e un modo espressivo diverso, con le 28 opere esposte per mezzo dell’arte cercano di essere un ponte tra i due mondi, quello asiatico e quello occidentale.

roma scoprire l esquilino in occasione del capodanno cinese 05

Prima di lasciare Palazzo Merulana non bisogna tralasciare di visitare gli altri piani del palazzo, dove, in 1800 metri quadri sono esposte 90 opere della scuola romana e del Novecento italiano con uno slancio verso il contemporaneo. Ricchissimo il repertorio, da De Chirico a Balla passando per Donghi, Capogrossi, Casorati, Pirandello, Severini, Cambellotti e molti altri. L’esposizione comincia già dal pianterreno, dove il portico d’ingresso dell’ex Istituto d’Igiene è stato trasformato in un luogo di distensione e relax lontano dalla frenesia di Via Merulana per una piacevole sosta tra le sculture di Antonietta Raphaël, Mario Ceroli, Pericle Fazzini, Ercole Drey e molti altri artisti.

Si può quindi proseguire l’esplorazione del quartiere dirigendosi verso Piazza Dante, dove l’artista Massimo Livadiotti e altri membri dell’Associazione Arco di Gallieno, nell’ambito dei festeggiamenti per i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri nel 2021 hanno provveduto ad installare 34 formelle in ceramica firmate da altrettanti artisti e ispirate ai 34 Canti dell’Inferno. Nel 2022 il progetto è continuato con l’installazione di 33 formelle dedicate al Purgatorio, e il 2023 ne vedrà la conclusione con l’installazione di altre 33 formelle dedicate ai 33 Canti del Paradiso.

roma scoprire l esquilino in occasione del capodanno cinese 06

Proseguendo si giunge a Piazza Vittorio, liberata dai banchi del mercato e restituita alla collettività con il giardino centrale. E' il cuore del quartiere, con i portici eleganti e le ampie volte dei palazzi in stile umbertino, oggi anima multiculturale dello storico rione, conosciuto come “luogo di frontiera e di attraversamento, in continua trasformazione”.

Presso il nuovo mercato Esquilino, aperto dopo la riqualificazione di due strutture ex caserme militari, da non perdere il Giardino Confucio, cuore verde del più multietnico mercato rionale romano e piccolo gioiello di flora e spiritualità. Al centro del giardino svetta la statua di Confucio portata direttamente dalla Cina e donata dall’Istituto Confucio nel 2003. Fino ad oggi è l’unica statua del filosofo cinese presente in Italia. Le essenze presenti sono alberi cari alle varie comunità, come il Kaki di Nagasaki, un albero derivato dall’unica pianta sopravvissuta al disastro di Nagasaki, oppure l’albero della Bodhi, un ficus religiosa unico esemplare presente in Italia in un giardino pubblico e considerato sacro da buddhisti, induisti e dalla minoranza jaina,

Il giardino, che per la comunità buddhista di Roma è un luogo di riferimento, spesso ospita iniziative di preghiera o di incontro delle comunità buddhiste e orientali romane, nonché giornate o corsi delle varie discipline di meditazione.

roma scoprire l esquilino in occasione del capodanno cinese 07

Alla fine della visita l’approdo ideale è da Sonia, al Ristorante Hang Zhou in Via Principe Eugenio 82, una garanzia per degustare i piatti cinesi tradizionali per il Capodanno, come gli gnocchi, i ravioli al vapore, gli involtini primavera e tanto altro.

roma scoprire l esquilino in occasione del capodanno cinese 08

Inforidea Idee in Movimento, associazione senza scopo di lucro che si occupa sia di sviluppare progetti turistici che di organizzare viaggi, visite guidate e tanto altro, per domenica 5 febbraio ha organizzato un Trekkincittà all'Esquilino, alll'interno della DMO Es.co di Palazzo Merulana. 𝑫𝑴𝑶 𝑬𝑺.𝑪𝑶. 𝑬𝒔𝒒𝒖𝒊𝒍𝒊𝒏𝒐 𝑪𝒐𝒎𝒖𝒏𝒊𝒕𝒂̀, La 𝑷𝒐𝒓𝒕𝒂 𝒅𝒊 𝑹𝒐𝒎𝒂 è la Destination Management Organization dedicata al quartiere Esquilino, ammessa a finanziamento dalla Regione Lazio nell’ambito dell’avviso pubblico per l’attuazione di interventi a sostegno delle destinazioni turistiche del Lazio. Rappresenta un unicum perché, a differenza di tutte le altre, che coinvolgono territori più estesi, riguarda un solo Rione. (https://www.facebook.com/ES.CO.DMO/  
https://www.instagram.com/esquilinoco/ 
 https://www.youtube.com/@esco.esquilinocomunita )

Il Trekkincittà all'Esquilino sarà alla scoperta del mondo cinese con un itinerario che toccherà gli edifici religiosi legati alla comunità cinese. Un trekking armonizzato da musiche e suoni tipici del Capodanno Cinese per un’esperienza carica di suggestioni e armonie. Punto di arrivo Piazza Vittorio dove la comunità cinese ha organizzato una grande festa delle Lanterne. Per maggiori info www.inforideeinmovimento.org, oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  o 3332734945.

Foto: ©archivio TdV


archivio

Pin It

Nice Social Bookmark

FacebookMySpaceTwitterDiggDeliciousStumbleuponGoogle BookmarksRedditNewsvineLinkedinRSS FeedPinterest
Pin It