monet van gogh renoir degas i nuovi capolavori in mostra al louvre abu dhabi 01 

Il museo celebra l’anno più innovativo di sempre presentando le prestigiose acquisizioni che arricchiscono la sua collezione permanente e i prestiti autorevoli del Musée d’Orsay

Louvre Abu Dhabi ha festeggiato l’11 novembre scorso il terzo anniversario dall’apertura, celebrando l’anno più produttivo di sempre con uno sguardo al futuro. In un 2020 complicato, il museo ha reagito sfoggiando tutta la propria creatività: commissionando il suo primo cortometraggio, The Pulse of Time, e lanciando più di 20 nuove iniziative digitali, attirando milioni di visitatori nella community online, in continua crescita. Il quarto anno del Louvre Abu Dhabi promette di essere altrettanto dinamico, grazie all’attivazione di nuovi programmi e ad interessanti acquisizioni e prestiti per le sue gallerie.

SE Mohamed Al Mubarak, Chairman del Dipartimento Cultura e Turismo di Abu Dhabi, ha dichiarato: “I risultati raggiunti dal Louvre Abu Dhabi in soli tre anni hanno influenzato notevolmente la scena culturale dell’Emirato. Quello che è iniziato come un accordo tra i governi di Abu Dhabi e della Francia ha reso oggi questo museo un faro per la nostra comunità e il mondo. Guardando all’anno quasi concluso, sono particolarmente orgoglioso del modo in cui ci siamo adattati al contesto in continua evoluzione, portando il Louvre Abu Dhabi nelle case di milioni di persone attraverso iniziative digitali educative e creative che riflettono la sua visione, valorizzando le connessioni interculturali dell’umanità nel tempo.

La cultura ci permette di allargare gli orizzonti e definire il mondo in cui viviamo. L’acquisizione di nuove ed eccezionali opere d’arte per arricchire la crescente collezione del museo mira a regalare ai visitatori uno sguardo nuovo sulla storia dell’arte. Il Louvre Abu Dhabi e il suo messaggio universale rimangono un fulcro della missione di Abu Dhabi per sostenere l’unità nella diversità e rendere la cultura una componente irrinunciabile della nostra vita quotidiana”.

Manuel Rabaté, Direttore del Louvre Abu Dhabi, ha dichiarato: “Non potrei essere più orgoglioso di ciò che abbiamo realizzato dall’apertura nel 2017 ad oggi. L’anno appena trascorso è stato sicuramente caratterizzato dal lancio di nuove opportunità e grandi sfide. La nostra missione è sempre stata quella di celebrare connessioni culturali che permettano ai visitatori di trovare spunti comuni attraverso l’arte, le tradizioni, la geografia e il tempo. Un messaggio estremamente attuale, visti i nuovi modelli e ruoli che un museo può fare propri. Le acquisizioni e i prestiti esposti nelle nostre gallerie sono una testimonianza della forza delle nostre relazioni internazionali, che favoriscono continui momenti di scoperta e premiano la curiosità di ciascun visitatore. Non vediamo l’ora di potervi dare il benvenuto al Louvre Abu Dhabi, sia fisicamente che virtualmente, e speriamo che vi unirete a noi per celebrare questo terzo anniversario”.

Nell’ambito della terza rotazione annuale di opere d’arte nelle gallerie del museo, i capolavori in prestito dal Musée d’Orsay includono La famiglia Bellelli di Edgar Degas (1858-1869), Ponte ferroviario a Chatou di Pierre-Auguste Renoir (1881), Accampamento di zingari con roulotte di Vincent Van Gogh (1888), Covoni, fine dell’estate di Claude Monet (1891). Accanto a questi, il museo ha ottenuto un prestito dalla Bibliothèque nationale de France una serie di mappe e preziosi manoscritti del XIV-XVIII secolo.

Diverse nuove acquisizioni si stanno unendo alla crescente collezione permanente del Louvre Abu Dhabi: una serie di opere da attribuire sia alla sezione cronologicamente più antica, come Sumerian Statue of a Female Worshipper (Mesopotamia, III secolo), che a quella più recente all’interno del percorso del museo, come lo squisito Tra la luce e l’oscurità di Marc Chagall (1938-43).

Per maggiori informazioni visita il sito www.louvreabudhabi.ae 


archivio

caccia al tesoro a roma con la mostra di leonardo da vinci 01

Il 29 settembre 2020 si è svolta la conferenza stampa di presentazione della nuova iniziativa della Mostra permanente di Leonardo da Vinci, allestita all’interno del Palazzo della Cancelleria di Roma. Come ogni anno la Mostra si rinnova e, per questo, lancia una nuova sfida per i suoi visitatori: esplorare gli angoli più suggestivi della Capitale risolvendo gli enigmi misteriosi con una divertente “Caccia al Tesoro”.

La Mostra, diretta da Augusto Biagi, è tra le più storiche e da oltre dieci anni offre ai visitatori italiani e stranieri nuove invenzioni e tecnologie multimediali, laboratori, eventi e attrazioni sempre al passo con i tempi.

La caccia al tesoro è la grande novità di quest’anno ed unisce la cultura al divertimento, coinvolgendo i più giovani a cui da sempre la Mostra si è rivolta con particolare attenzione.

"La nostra Mostra - ha dichiarato Augusto Biagi - nasce nel 2009 con 40 invenzioni installate. Attualmente siamo arrivati a ben 65 installazioni. Oggi vogliamo presentare al nostro pubblico la Caccia al tesoro con Leonardo per dare un segnale alle persone. Conoscere i punti più belli e segreti di Roma divertendosi. Un tour per famiglie e amici in giro per la città. Noi forniremo una mappa e un tablet e bisognerà accumulare punti per arrivare al tesoro finale. La caccia al tesoro ha una durata di circa tre ore, al termine del quale si potrà visitare la Mostra, luogo dove è custodito il tesoro".

Ogni partecipante potrà scegliere il percorso che preferisce, cosa visitare e quanto soffermarsi su un monumento o su una piazza. Un modo per coinvolgere adulti e bambini senza mai annoiarsi e scoprendo, oltre alla figura dell’artista, anche l’enorme patrimonio artistico-culturale della città.

All'ingresso del museo verrà consegnato un tablet e una mappa interattiva della città. Dopo aver dato uno sguardo alle prime indicazioni, si potrà subito iniziare a giocare. Il pubblico potrà avvicinarsi ai monumenti più importanti dei luoghi che attraverserà, scoprendo alcuni dettagli ai quali non sempre si presta attenzione. Ad ogni tappa si guadagneranno dei punti, e ad ogni punto corrisponderanno degli indizi, necessari per rispondere alla domanda finale. Chi riuscirà a rispondere all’enigma finale verrà omaggiato dalla Mostra con un premio su Leonardo da Vinci.

Informazioni sull'attività:
- Il tour guidato disponibile in 6 lingue (italiano, inglese, francese, tedesco, spagnolo, russo);
- Durata: 3 ore circa (la durata varierà a seconda delle necessità della famiglia);
- Orari: Sono previsti due turni, uno la mattina alle 11:00, e uno pomeridiano alle 15:00;
- Offerte speciali: Acquistando il biglietto “tour Roma – Mostra Leonardo” sarà possibile saltare la fila; Si accettano voucher elettronici e stampati.


archivio

Nice Social Bookmark

FacebookMySpaceTwitterDiggDeliciousStumbleuponGoogle BookmarksRedditNewsvineLinkedinRSS FeedPinterest
Pin It