venezia l hilton molino stucky per un matrimonio da sogno 01

Venezia e Hilton Molino Stucky: una città che è sinonimo di romanticismo e una location capace di far sognare a occhi aperti. Questo speciale connubio renderà il matrimonio un giorno da sogno, grazie all’attento occhio e alla devozione del team dedicato. Dall’intimità alla stravaganza, dalla tradizione all’inaspettato: Hilton Molino Stucky è a disposizione per rendere il matrimonio dei sogni realtà.

La romanticissima città di Venezia non ha bisogno di presentazioni: è così sognata dai futuri sposi di tutto il pianeta, da essere stabilmente tra le Top 5 destinations nel segmento del Destination Wedding Italia, consolidando nel 2019 un fatturato globale di 540 milioni di Euro. La voglia di rinnovare l’offerta sulla destinazione, proponendo delle location con un mood alternativo e fuori dagli schemi, ha portato alcune strutture ricettive a rivedere il proprio posizionamento nel segmento dedicato.

In quest’ottica, Hilton Molino Stucky ha inserito nel proprio team commerciale Erika Mori, quale “Wedding & Private Events Specialist”, ruolo che ricopre anche per il Rome Cavalieri, A Waldorf Astoria Hotel nella Città Eterna. In precedenza Erika ha completato un’esperienza di successo nel resort toscano del gruppo con marchio Curio by Hilton. Cresciuta in una famiglia di sarti e ricamatori, vanta un’esperienza e un rapporto unico con il mondo dei matrimoni: “Nessun matrimonio è uguale a un altro!” afferma Erika. La sua formazione è stata completata con studi di lingue, che uniti alla passione per il segmento wedding, le hanno permesso di  maturare esperienze all’estero, collaborando alla realizzazione e progettazione di eventi privati e matrimoni in varie parti del mondo.

“L’Amor che move il Sole e l’altre stelle”… proprio come scrisse Dante alla fine della sua Divina Commedia, l'amore è capace di tutto! Venezia, la città dell’amore con i suoi inconfondibili palazzi antichi, ma anche sede di un moderno capolavoro veneziano come l’Hilton Molino Stucky. Sorto nel XIX secolo sull'Isola della Giudecca come mulino, oggi l’edificio è riconosciuto come uno dei migliori esempi di architettura post industriale in Italia e in Europa. L'Hotel deve il suo nome all’imprenditore Giovanni Stucky, personaggio visionario e grande esteta, che commissionò l’edificio adibito a mulino nel lontano 1884 e che nel 2020 è stato incluso nella V Edizione di “100 Eccellenze Italiane” a testimonianza del valore storico e del contributo nell’offrire ai propri ospiti esperienze turistiche di qualità e valore.

venezia l hilton molino stucky per un matrimonio da sogno 02

L’hotel offre ai propri ospiti la possibilità di festeggiare in spazi unici con viste mozzafiato su Venezia e sulla sua laguna: dalla terrazza più alta della città che ospita la piscina panoramica e lo Skyline Rooftop Bar, il cocktail bar che è stato riconosciuto da Lonely Planet come il bar con la vista più bella di Venezia. La terrazza del Ristorante Aromi, che si affaccia direttamente su Venezia e sul canale della Giudecca, rappresenta una spazio di rara bellezza e dimensioni. Per le funzioni più intime e private, il Giardino Stucky, romantico endroit dominato dal verde situato nel cuore dell’Hotel. La selezione delle location è arricchita da Aromi, il pluripremiato Ristorante in stile yachting club con affaccio sulla sopracitata Terrazza Aromi, mentre le funzioni più numerose possono svolgersi nelle sale Stucky o nel Ristorante Il Molino. La Venetian Ballroom, la più grande della città che, insieme al Foyer, illuminato di luce naturale, offre la possibilità di festeggiare fino a tarda notte in assoluta privacy, grazie anche al sistema di insonorizzazione e alla location separata e con accessi privatizzabili dell’ala che la ospita.

Per chi nel giorno più speciale, vuole toccare veramente il cielo con un dito, Hilton Molino Stucky propone la Presidential Suite recentemente rinnovata. E' la più alta e più grande della città, con la sua torretta privata che offre una vista a 360° sulla laguna e sulla bellezze di Venezia; questa location unica nel suo genere può ospitare eventi privati fino a 20 persone.

Una scelta per ogni gusto ed esigenza che si completa con una proposta gastronomica che esalta i sapori tradizionali del territorio, attraverso una filosofia sostenibile e al contempo innovativa. Una combinazione di altissima qualità di aromi e ingredienti semplici che esalata l’essenza della tradizione gastronomica italiana con il perfetto abbinamento di vino selezionato dal Sommelier.

A completare la proposta ideale per un matrimonio da sogno, l’hotel offre molteplici categorie di camere e suite, la maggior parte delle quali recentemente ristrutturate e impreziosite da elementi di vetro di Murano e da materiali d’eccellenza come i tessuti Rubelli. Una menzione particolare va alle camere che offrono viste mozzafiato sulla città di Venezia e sui suoi canali, uno spettacolo che è difficile da immaginare e al momento del risveglio, ammirando lo scenario che si palesa una volta aperta la finestra, non può che lasciare senza parole.

Oltre a tutto questo, la possibilità di concedersi un momento di relax all’eforea Spa, un’autentica oasi di pace dove la natura è guidata dalla scienza e dove gli ospiti potranno rigenerare corpo, mente e spirito a 360° guidati da esperte terapiste.

Con un team dedicato che saprà prendersi cura di ogni esigenza, il matrimonio all’Hilton Molino Stucky, complice la magia della città di Venezia, si trasformerà in un’esperienza memorabile per sposi e invitati, così che il sogno diventi realtà nell’hotel più iconico di Venezia!

Per saperne di più: https://www.molinostuckyhilton.it/


archivio

 

i musei del qatar storia e antiche tradizioni 01

Il Qatar non è solo lingue di sabbia chilometriche, mare sconfinato e dune dorate del deserto. E' anche un Paese antico dove storia e tradizioni si incontrano con le arti più moderne e visionarie. Una terra attraversata da una fervida corrente culturale che si esprime attraverso le molte gallerie d’arte, i musei, i mercati a cielo aperto e i più nascosti siti archeologici. Modernità e tradizione, passato e futuro si combinano in un’offerta culturale ricchissima promossa dal Qatar National Tourism Council (QNTC, Consiglio Nazionale del Turismo del Qatar) che permetterà di vivere esperienze uniche.

Imperdibile il Museo Nazionale del Qatar che vale la pena visitare già solo per la sua particolare architettura, che trae ispirazione dall’enigmatica rosa del deserto, minerale presente nelle aree desertiche, costituito da un’agglomerazione di cristalli di gesso che si intrecciano e compongono come i petali di un fiore. Realizzato dall’architetto francese Jean Nouvel, il museo offre ai visitatori un percorso esperienziale che si dirama in una narrazione del Qatar attraverso 11 gallerie e tre tappe: “Gli inizi”, “La vita in Qatar” e “La storia moderna del Qatar”.

Qui tra i molti reperti e manufatti, lasciatevi incantare dal famoso tappeto di perle di Baroda, interamente ricamato a mano: ordinato dal Maharaja di Baroda, in India, un secolo e mezzo fa, è realizzato con oltre 1,5 milioni di perle del Golfo Persico, più svariate pietre preziose.

Un altro luogo da non perdere è il MIA, Museo di Arte islamica, uno dei più importanti al mondo, realizzato dal celebre architetto I.M. Pei. Una collezione di enorme valore storico-artistico, con manufatti dal VII al XIX secolo, proveniente da tre continenti diversi per mostrare le connessioni culturali del mondo islamico. L’incredibile vista sulle acque della baia di Doha renderà la visita a questo museo ancora più suggestiva.

i musei del qatar storia e antiche tradizioni 02

Sarà invece inaspettato trovarsi, nel bel mezzo del deserto, attorniato da oltre 800 iscrizioni rupestri risalenti al Neolitico, nel bellissimo sito archeologico di Al Jassasiya, uno dei meglio conservati di tutto il Paese. Da un sito archeologico all’altro, merita un’escursione il sito Patrimonio Unesco di Al Zubarah: fiorente città mercantile nei secoli XVIII e XIX, una delle città murate più belle del Qatar, abbandonata nel XIX secolo dopo la decadenza del commercio delle perle nel Paese. La sabbia del deserto ha preservato intatta la bellezza di palazzi storici, mura e moschee.

Sono molte altre le attrazioni culturali che offre la località ma un’ultima menzione va alla Fire Station, galleria d’arte moderna e residenza per artisti che offre alloggio, laboratori, atelier, possibilità di esporre e partecipare a conferenze internazionali per gli artisti emergenti del Paese.

Un caleidoscopio variopinto ed eterogeneo che offre uno spaccato della vivacità culturale ed intellettuale di un Paese sempre più cosmopolita, destinato a divenire una delle principali mete turistiche dei prossimi anni.

Per maggiori informazioni e restare aggiornati sulle prossime esposizioni e mostre: Qatar events-exhibitions-calendar 

www.visitqatar.qa  - Twitter: @NTC_Qatar - LinkedIn: Qatar National Tourism Council 


archivio

Nice Social Bookmark

FacebookMySpaceTwitterDiggDeliciousStumbleuponGoogle BookmarksRedditNewsvineLinkedinRSS FeedPinterest
Pin It