Palati Raffinati

gambero rosso e uscita l edizione 2019 della guida vini d italia 01

Sempre più corposa ogni anno anno che passa la Guida Vini d’Italia del Gambero Rosso. L’edizione di quest’anno,la 32ma, ha raggiunto la ragguardevole cifra di 1032 pagine.

Essere presenti sulla Guida del Gambero Rosso, tradotta ogni anno in inglese, tedesco, cinese e giapponese, avere i Tre Bicchieri testimonia impegno, amore per la qualità e savoir faire, Favorisce l'affermazione dell’azienda premiata, la diffusione del suo vino e in senso più ampio l’affermazione del vino italiano sullo scenario internazionale. 

La guida fotografa una realtà in continua espansione. All’estero il vino italiano è sempre più apprezzato e diffuso, non solo su mercati consolidati ma in particolare nei mercati emergenti, come hanno confermato gli ospiti invitati alla premiazione, primo fra tutti l’ambasciatore del Giappone, Keiichi Katakami, che ha parlato della diffusione del vino Italiano nel Paese del Sol Levante e il trend in continua crescita del consumo di vino italiano tra i giapponesi.

Ne sono conferma i numeri: 2.530 i produttori elencati con 129 new entry, 22.100 le etichette entrate nella guida 2019, 447 delle quali si sono aggiudicate i Tre Bicchieri, il premio più prestigioso. Altre 1643 etichette si sono aggiudicare i Due Bicchieri Rossi e altre 6254 i Due Bicchieri. Altre 3199 etichette si sono aggiudicare Un Bicchiere.

Il maggior numero di tre bicchieri è stato assegnato alla Toscana, regione al top con 84 etichette premiate, seguita dal Piemonte con 74 etichette, e dal Veneto con 41. A seguire le altre regioni per terminare con il Molise. Interessanti i vini del Canton Ticino che si sono aggiudicati 2 etichette premiate con i tre bicchieri.

Da segnalare la crescita esponenziale dei tre bicchieri verdi: quest’anno sono state 102 le aziende biologiche o biodinamiche certificate ad entrare nella guida.

Numerosi i Premi Speciali: il premio Rosso dell’Anno è andato al Brunello di Montalcino Duelecci Ovest Ris. ’12 dell’azienda Tenuta di Sesta mentre il Bianco dell’Anno è stato il Capo Martino ’16 dell’azienda Jermann. Il premio Bollicine dell’Anno se l’è aggiudicato il Franciacorta Nature 61 ’11 di Guido Berlucchi & C. mentre il Vino Dolce dell’Anno è il Piemonte Moscato Passito La Bella Estate ’16 dell’azienda Vite Colte. Il Rosato dell’Anno è il Valtenesi Chiaretto Molmenti ’15 di Costaripa mentre il Viticoltore dell’Anno è Francesco Cambria dell’azienda Cottanera. La cantina di Caldaro, con il A.A.Lago di Caldaro Cl. Sup. Quintessenz ’17 si è aggiudicata il premio per il Miglior Rapporto Qualità Prezzo mentre l’azienda Ferrari si è aggiudicata il premio di Cantina dell’Anno. La Cantina Emergente è l’azienda Antonella Corda mentre la Cantina Torrevento si è aggiudicata il premio per la Vitivinicoltura Sostenibile. La Cantina San Patrignano ha ricevuto il Premio Progetto Solidale.


 archivio

fShare
4
Pin It

Nice Social Bookmark

FacebookMySpaceTwitterDiggDeliciousStumbleuponGoogle BookmarksRedditNewsvineLinkedinRSS FeedPinterest
Pin It