Palati Raffinati

chiude col botto la quinta edizione di tipicita in blu 01
Si è conclusa con la regata storica di Venezia in banchina la quinta edizione del festival - che ha riportato il capoluogo dorico al centro della scena sulle tematiche del mare, della blu economy, della sostenibilità e della pesca - con la rievocazione della fratellanza del 1848 che ha celebrato i mille anni di storia con la Serenissima. Nel consueto confronto con altre identità estere, l’Albania è stata l’ospite d’onore di Tipicità in blu 2018.

Da Marina Dorica al Mandracchio, dalla Mole al centro storico, fino alla suggestiva Baia di Portonovo, la “città a gomito” sempre affollata da un esercito di persone, tra pubblico e operatori del settore ha proposto un susseguirsi di eventi tra talk show e iniziative speciali: dalle performance artistiche alla gastronomia, e minicrociere dal Mandracchio alla Baia di Portonovo per i più fortunati, dallo sport alle tradizioni, fino all’economia. Più di cinquemila degustazioni di prelibatezze dell’Adriatico (Linguine ai moscioli, Frittura adriatica, raguse e bombetti, seppie, totani, calamari, gamberoni, Sardoni a scottadito Lumache di mare, Cozze gratinate e altre delizie) preparate dai pescatori, ospiti del Mercato Ittico nel ‘Blu Village’, cuore pulsante nel Molo Mandracchio. Con la presenza della comunità dei vignaioli marchigiani, una novità del 2018, in millecinquecento hanno degustato la selezione delle 18 cantine di vino del “Conero nel calice” alla Mole Vanvitelliana.

E ancora, tante persone hanno preso parte, domenica, alla visita speciale nello stabilimento Fincantieri; in molti hanno partecipato al progetto di micro-narrazione nel quadro dell’evento Archi di parole, con i racconti di mare dei pescatori, mentre la Sailing chef, la terza edizione della regata “gourmand”. Cosa non da poco che ha visto la partecipazione di ben 15 equipaggi in una sfida velica e gastronomica organizzata con Coldiretti e Sapore di Mare, che hanno fornito gli ingredienti per preparare i piatti in barca. C’è stato anche il contest di pittura su vela “Ancona e la pesca” e il talk show “Oltre il limite”, condotto da Andrea Carloni, con tanti protagonisti di belle storie di vela.

Successo annunciato per un’edizione che ha visto la partecipazione di illustri personaggi, tra i quali: S.E. Anila Bitri, Ambasciatore della Repubblica d’Albania a Roma, con la quale si è discusso dell’autostrada “liquida” che unisce Ancona a Durazzo; Mario Tozzi, geologo, che ha raccontato l’incredibile storia di Atlantide e di altri miti del Mediterraneo; Paola Mar, Assessore al turismo del Comune di Venezia, a sottolineare il fil rouge che unisce la Repubblica di San Marco con la città dorica; Gloria Rogliani, campionessa di voga alla veneta; A.E. Spiros Protopapadakis, vicepresidente di Anek Lines, arrivato per l’occasione da Creta; Alberto Rossi, nella sua doppia veste di velista di fama mondiale e titolare della Adria Ferries, partner dell’iniziativa e Claudia Rossi, Velista dell’anno FIV. due città.

chiude col botto la quinta edizione di tipicita in blu 02

Anek Lines Italia ha voluto sostenere come già lo scorso anno questa importante manifestazione che si tiene ad Ancona, su tutto il suo water front e in alcuni punti strategici della città. “Abbiamo voluto sostenere questa manifestazione anche nel 2018 – ha dichiarato Massimo Di Giacomo Amministratore Unico di Anek Lines Italia – in quanto lo riteniamo un format vincente e perfettamente in linea con il nostro core business. Questo evento è retto da un bel network di aziende private che producono marginalità, occupazione sul territorio e, posso serenamente affermare, che anche per l’anno 2019 saremo soggetti attivi di Tipicità in blu. Già quest’anno vi è stata, infatti, la presenza dell’armatore nella figura di Spiros Protopapadakis, vicepresidente di Anek Lines A.E. la nostra compagnia di navigazione che fa base a Creta, quotata alla borsa di Atene e che è tra i più importanti player nel settore dello Shipping greco”.

Per quattro giorni Ancona è stata punto di riferimento della macroregione adriatico-ionica per promuovere le identità locali e animare un dibattito necessario per garantire uno sviluppo sostenibile al mondo del mare e della pesca, alla ricerca del giusto equilibrio tra uomo e mare. Un processo di confronto, dai rapporti storici alle tematiche economiche, per il rilancio di un settore bisognoso di stimoli e di innovazione. “Un risultato corale di grande soddisfazione” ha dichiarato Angelo Serri, direttore di Tipicità “Chi ha vinto? La squadra, ovvero l’intera comunità dorica: pescatori, istituti di ricerca, Università, cantieristica, partner pubblici e privati, associazioni ed i locali che hanno aderito alla manifestazione!”.

Nel tracciare un bilancio dell’iniziativa “grande soddisfazione” viene espressa dal vice sindaco e assessore alle Attività economiche Pierpaolo Sediari per il successo riportato dall’evento che ha coinvolto migliaia di persone.

In occasione della kermesse, Skalo, azienda leader nella commercializzazione di prodotti ittici ha festeggiato i suoi primi 40 anni inaugurando il nuovo Laboratorio del pesce. La storia imprenditoriale nel settore dei gamberi risale al 1978 e oggi, a quarant’anni di distanza, rinnovando l’unità operativa al porto di Ancona, rimodella la sua già notevole offerta di prodotti e di servizio alla ristorazione sociale e commerciale. Grazie al raddoppio della superficie coperta, con il consistente aumento degli spazi di lavoro per operatore e l’introduzione di nuovi macchinari evoluti, la Skalo offre ai suoi clienti chef e ristoratori, un vantaggioso servizio di tipo sartoriale veloce e puntuale.

Adria Ferries, main sponsor di Tipicità in blu, è una compagnia di navigazione italiana con sede ad Ancona che assicura i collegamenti tra i porti italiani di Ancona, Bari e Trieste con quello albanese di Durazzo. La mission di Adria Ferries  è da sempre “non semplici clienti, ma ospiti a bordo”. Con questa forma di viaggio e in piena comodità si arriva in Albania, che è la nuova tendenza dell’estate 2018.

chiude col botto la quinta edizione di tipicita in blu 03

Capoluogo di regione, Ancona, posta sul promontorio del Monte Conero, si affaccia direttamente sul mare. Fondata dai Greci, la città si sviluppò notevolmente quando l’Imperatore Adriano ampliò il piccolo porto, da sempre d’importanza strategica per i traffici adriatici. Affacciata sul mare Adriatico, in cui sorge tutt'ora uno dei maggiori porti italiani, è una città d'arte con un centro storico ricco di monumenti e con una storia millenaria ed uno dei principali centri economici della regione. Si parte da qui per fare della città una destinazione turistica e non solo di passaggio: al Seeport Hotel, che dall’alto della rupe domina il porto di Ancona, ed è oggi parte integrante di una filosofia d’accoglienza unica fondata sul concetto di “familiare professionalità”, secondo la quale ogni ospite è l’ospite d’onore.

Contestualmente alla presentazione del Ginevra Restaurant con il rinnovato menù sul Roof del SeePort Hotel, che si affaccia sul mare con vista mozzafiato, si è chiusa in bellezza la quinta edizione di Tipicità in blu.

Tipicità in blu, sede di tappa del Grand Tour delle Marche, è stata organizzata dal Comune di Ancona in collaborazione con la Camera di Commercio di Ancona ed un nutrito pool si entità pubbliche e private.

www.tipicitainblu.it


archivio

fShare
9
Pin It

Nice Social Bookmark

FacebookMySpaceTwitterDiggDeliciousStumbleuponGoogle BookmarksRedditNewsvineLinkedinRSS FeedPinterest
Pin It