news

umbria torna il salone del turismo rurale 01 

Con il 75% di incremento del turismo rurale l’Italia nel 2017 si conferma il paese ideale per le vacanze verdi. Beni culturali diffusi, paesaggi cangianti ad ogni chilometro, ottimo cibo e tutto quello che il cibo rappresenta (storia, cultura, tradizioni) sono gli ingredienti che hanno contribuito dagli anni 80 ad oggi ad una costante crescita dell’offerta turistica. Oggi il 50% dei comuni italiani è in grado di offrire ospitalità ai visitatori che in particolare quest’anno hanno risposto con entusiasmo: 20 austriaci sui 100 che vanno in vacanza scelgono l’italia come meta, e ben il 45% dei turisti che arrivano in Italia proviene dai paesi dell’area tedesca. Se la Francia conta un 70% di turismo interno a fronte di un 30% di turisti provenienti dall’estero l’Italia è su una percentuale di parità tra turismo interno e dall’estero che si bilanciano con un 50% ciascuno.

Questi i numeri emersi nel corso della conferenza stampa che si è tenuta il 14 settembre nei saloni del Mibac per presentare il prossimo Salone del Turismo Rurale Eco Natura che si terrà Umbriafiere dal 6 all’8 ottobre prossimo alla presenza di Marco Citerbo, direttore del Salone,  Fabio Paparelli, Assessore al Turismo della Regione Umbria, Simone Fittuccia, Presidente di Umbria & Tastes, Giovanni Bastianelli, Direttore Esecutivo ENIT, Ottavia Ricci, consulente del Ministro Franceschini per il Turismo Sostenibile e Stefano Landi, Presidente SL&A e Rete Turistica Rurale, 

Workshop b2b, momenti di approfondimento e di informazione, sia per gli operatori che per i visitatori, una mostra aperta al pubblico, il salone sarà l’occasione per presentare quel turismo rurale che sempre più negli ultimi anni ha preso piede in Umbria, notoriamente conosciuta come “Cuore Verde d’Italia”.

Oggi l’offerta ricettiva regionale può contare su oltre 1.300 agriturismi, 342 case-vancaze, più di 140 country house che sono in grado di soddisfare una domanda sempre più crescente di questo tipo di turismo. E poichè studi di settore hanno evidenziato che “chi viene in Umbria in vacanza la lega sempre ad un’esperienza enogastronomica” come ha dichiarato nel corso della conferenza stampa Simone Fittuccia Presidente di Umbria&Tastes, tra le novità del Salone anche la BTA, la Borsa del Turismo Agroalimentare, organizzata dal Consorzio Umbria & Tastes. La Borsa metterà in mostra le eccellenze enogastronomiche di Umbria, Toscana, Marche, Abruzzo e Lazio, con esposizioni di tipicità locali dal produttore al consumatore, valorizzazione di itinerari a tema enogastronomico e momenti di approfondimento e di animazione per il pubblico di appassionati.

Il Salone, che si svolge durante l’anno del turismo sostenibile (il 2016 è stato l’anno dei cammini) anticiperà quello che sarà il tema del 2018: il cibo. A questo proposito Fabio Paparelli, Assessore al turismo della Regione Umbria nel corso della conferenza stampa ha sottolineato che sono ben 700 le sagre che si svolgono annualmente in Umbria, e ha così dichiarato: “Sono questi eventi importanti di valorizzazione del territorio e proprio perchè il cibo è un elemento importante che si lega sempre al viaggio stiamo lavorando anche per offrire nel 2018 un grande evento sul tema della gastronomia. Questo per tornare a far battere forte il cuore verde d’Italia”.

Per ulteriori informazioni: www.turismorurale.info


archivio

fShare
4
Pin It

Nice Social Bookmark

FacebookMySpaceTwitterDiggDeliciousStumbleuponGoogle BookmarksRedditNewsvineLinkedinRSS FeedPinterest
Pin It