Arte e dintorni

Il Collegio Innocenziano fu voluto da Papa Innocenzo X^ Pamphilj per accogliere i giovani che intendevano intraprendere la carriera ecclesiastica, provenienti dai feudi di famiglia, in Via dell’Anima proprio alle spalle del Palazzo nobiliare di Piazza Navona. Anche questa costruzione fu realizzata su progetto di Francesco Borromini che ne curò, inoltre, le decorazioni interne nei modi e nelle forme, sia in prestigio che dignità, per accogliere tanto la nobile famiglia che il Papa in persona che si fece predisporre anche una via di fuga qualora vari pericoli incombenti ne avessero minacciata la sicurezza. Oggi tutto questo, trasformato in hotel cinque stelle, accoglie turisti in visita alla città di Roma. Da qualche giorno alcuni spazi di questa prestigiosa residenza, appositamente predisposti, accolgono le opere d’arte realizzate da artisti contemporanei strategicamente selezionate dalla Galleria d’Arte Eitch Borromini per mettere in dialogo l’arte antica con quella contemporanea in un mix di grande impatto visivo a beneficio tanto degli ospiti che degli occasionali visitatori.

presenze assenze una mostra allestita dall hotel heitch borromini nel collegio innocenziano 01

Opere in mosaico policromo di Francesca Merola. La giovane artista è allieva del maestro Costantino Buccolieri dal quale apprende la tecnica musiva studiando e riproducendo i classici antichi della nostra cultura.

Il percorso espositivo parte dal chiostro al piano terra e prosegue fino al quarto piano dell’edificio dove sia i corridoi che le sale ricevimento sono una raffinata cornice alle opere esposte appositamente studiate per i diversi ambienti raccontati attraverso la pittura, la scultura, il mosaico e la fotografia. La curatrice stessa Sveva Manfredi Zavaglia scrive nel catalogo di questa sua realizzazione: “La mostra unica nel suo genere, è impaginata con un allestimento piuttosto all’avanguardia nella quale si unisce il passato al presente per consegnare alle generazioni future il senso del tempo dato dall’arte. Sono circa sessanta le opere che meritano di vedere la luce in uno spazio così altamente internazionale. Alcune già note al pubblico, altre più inedite, ma tutte nate per diventare qualcosa che porti a una ricognizione collettiva e simbolica. Rimbalza tra Presenze Assenze, l’essenza del tempo nella ricerca artistica dei cinque artisti. Il loro mondo interiore trova una collocazione appropriata al progetto che attraversa nello spazio tempo un viaggio fatto di presente e memoria”.

presenze assenze una mostra allestita dall hotel heitch borromini nel collegio innocenziano 02

Quirino Cipolla: “Passion”. Polistirolo resinato; 2015 - cm.120X95X53 – Opera ripresa dalla terrazza panoramica detta “La Grande Bellezza”. Il campanile che si vede sul retro della scultura appartiene alla chiesa di Sant’Agnese in Agone.

Da tenere presente che nel corso del lungo periodo espositivo sono previsti incontri e performance con gli artisti. In occasioni particolari sarà possibile anche ammirare la terrazza più alta dell’edificio, chiamata la“Grande Bellezza”, fiore all’occhiello del Hotel Heitch Borromini. Da lì si può godere di un panorama mozzafiato su Piazza Navona e la Città Eterna.

Indispensabile per una corretta fruizione della rassegna è il catalogo edito a cura della Galleria d’Arte Eitch Borromini con la partecipazione di Caffè Paranà, pagine 55 costo €.15,00, ricco di foto a colori e preziose schede scientifiche ed anagrafiche tanto sugli artisti quanto sulle loro opere in esposizione.

INFO: Roma, Via di Santa Maria dell’Anima, 30. Fino al 17 settembre 2017 con ingresso gratuito. Orari: da lunedì a domenica con orario 10.30-20.00, consigliata la prenotazione della visita. Telefono: +39 06 686 1425.  Informazioni per e.mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Foto © Donatello Urbani 


archivio

fShare
0
Pin It

Nice Social Bookmark

FacebookMySpaceTwitterDiggDeliciousStumbleuponGoogle BookmarksRedditNewsvineLinkedinRSS FeedPinterest
Pin It