nizza una citta per tutte le stagioni 01

Raggiungibile comodamente da Roma con voli diretti e da Milano con treni veloci (il nuovissimo Thello che offre viaggi a prezzi contenuti) Nizza a primavera è il luogo ideale per una vacanza o anche un breve fine settimana. Il clima, mite tutto l’anno, favorisce una primavera anticipata che già in febbraio regala esplosioni di colori per le vie cittadine e sul lungomare. Sulla Promenade des Anglais i giardini dei palazzi in stile Belle Époque sfoggiano i loro alberi di limoni ricchi dei loro succulenti frutti mentre le aiuole fiorite invitano a salutari passeggiate. La pista ciclabile poi permette di spostarsi agevolmente sia in città che nei dintorni. L’area metropolitana di Nizza Costa Azzurra conta ben 125 km di piste ciclabili che permettono di muoversi liberamente senza inquinare e che hanno valso alla città l'etichetta nazionale di "Città Cicloturistica", che offre agli appassionati di ciclismo un'accoglienza, dei servizi e delle attrezzature adeguati alla pratica del ciclismo.

nizza una citta per tutte le stagioni 02

E non solo, sulla direttrice Nizza, Cagnes-sur-mer e Saint-Laurent du Var notevole è l’offerta di biciclette self-service con 175 stazioni distribuite su tutto il territorio (una stazione di biciclette ogni 300 metri) che forniscono 1.750 biciclette 365 giorni all'anno, 7 giorni alla settimana e 24 ore al giorno. Per chi vuole andare ancora più lontano il percorso ciclabile da Nizza arriva fino a Marsiglia con circa 260 chilometri di pista ciclabile, il "Parcours Cyclabe du Littoral" che si snoda tra la corsa e le cime delle Alpi provenzali regalando suggestivi scorci panoramici.

Ma Nizza è tutta una scoperta inaspettata perché alle spalle della Promenade si distende una città antichissima, nata sulla collina del castello, di cui oggi rimangono solo alcune rovine. Dall’alto della collina il panorama è grandioso e abbraccia tutta la costa verso Montecarlo e verso Antibes. In inverno non è raro nelle giornate di sole vedere qualcuno che fa il bagno. Sono i nizzardi tutti d’un pezzo, per il quale il bagno d’inverno è una tradizione locale che non deve morire.

nizza una citta per tutte le stagioni 03

La passeggiata cittadina non può escludere il bellissimo mercato dei fiori, un’esplosione di colori e anche di sapori. I banchi dei fiori sono uno spettacolo per gli occhi grazie ai commercianti che sono dei veri artisti nell'addobbare di mille colori i loro banchetti di vendita. Nell'aria il profumo dei fiori si unisce a quell'aria che sa tanto di primavera. A fianco dei fiori qualche banco interessante come "Chez Teresa", un'istituzione in città. Dal 1925 il miglior banco dove degustare la "Socca", una specie di piadina di crema di ceci locali, oltre a torta di cipolla, tarte di bietole e altre prelibatezze.

Dopo aver visitato il museo della fotografia Charles Negre, che fino al 26 maggio ospita la mostra “Christine Spengler. L’opéra du Monde”, una retrospettiva sul lavoro della fotoreporter attraverso una selezione di cento opere, dagli anni '70 ad oggi, che documentano alcune tra le più notevoli testimonianze di eventi contemporanei, come la rivoluzione iraniana del 1979 o il bombardamento di Phnom Penh da parte dei Khmer Rossi nell'aprile del 1975, conviene inoltrarsi tra i vicoli della città vecchia, un labirinto di strade tra cui perdersi ammirando vetrine e botteghe artigiane.

nizza una citta per tutte le stagioni 05

Il giro può concludersi per la sosta pranzo al ristorante A Buteghinna in rue du marché 11, un vero tempio di cucina nizzarda certificata dove ritrovare i sapori di una volta. Sedersi a mangiare qui è come tornare a casa della mamma perché ogni giorno è una scoperta nuova e inattesa. In cucina sono in tre, Sophie, Marcelle e Evelyne e dalle loro sapienti mani escono piatti preparati ogni giorno solo con prodotti del territorio e di stagione. Sapori dimenticati e in cucina pentole misteriose che contengono involtini di cavolo, baccalà con patate, involtini di manzo con uova, verdure, capperi, torte di carciofi, tortino di melanzane con carne, torta di mele, tarte tatin. ( www.abuteghinna.fr )

nizza una citta per tutte le stagioni 04

Si esce appagati e si continua il giro tra vecchie chiese, botteghe artigiane e vere chicche come la Maison Auer in rue Saint François de Paule 7, specializzato in cioccolata e frutta candita. Monsieur Auer è l'ultimo erede della famiglia, che ha aperto il negozio, una vera istituzione a Nizza, nel 1820. Tutto è ancora come allora, con gli scaffali in tenue color crema e il soffitto della Salle dégustation in vetro. À ne pas rater, come dicono i francesi. Uno spettacolo da non mancare. ( www.maison-auer.com )

nizza una citta per tutte le stagioni 06

Per chi si vuole avventurare più in là della città vecchia, tra i nobili palazzi ottocenteschi e in stile liberty o bauhaus merita arrivare alla cattedrale russa ortodossa. La visita merita davvero perché l’edificio è la più grande chiesa ortodossa in Europa fuori dei confini della Russia. Fu costruita nel 1912 e continue eccezionali icone di grande valore artistico e storico.

nizza una citta per tutte le stagioni 07

Rientrati verso il lungomare si può raggiungere Le Gaglio, in place Saint-François 2, dove vale la pena fare sosta per il pranzo o la cena. Non solo per il menù di altissima qualità ma per i pani, deliziosi, e i dolci. La scelta dei dolci è vasta e in cucina i pasticceri sono quattro. Si va dalla cheese cake al babà al rhum con frutti di bosco, dalla crème brùlé alla torta alla crema di nocciola, ecc. ecc. Interessante il menù del mezzogiorno dal lunedì al venerdì con due opzioni, una a 15,90 e un'altra a 19,90. Ambiente raffinato e, valore aggiunto, la disponibilità di Adriano che ti accoglie e ti consiglia. ( www.restaurantgaglio.com)

nizza una citta per tutte le stagioni 08

Se invece si preferisce mangiare crudi di pesce allora l’indirizzo giusto è Peixe, che già dal nome è tutto un programma (peixe in portoghese vuol dire pesce). Il patron, Armand Crespo, propone piatti, tutti da provare, che sono delle rivisitazioni di antiche ricette con aggiunta di commistioni esotiche e nuove tendenze culinarie. Come vuole una città come Nizza, città francese ad un passo dall’Italia, fondata dai Greci e da sempre crocevia di popoli e culture. 

nizza una citta per tutte le stagioni 09

Da non dimenticare che Nizza è universalmente conosciuta per il suo Carnevale, il terzo carnevale più importante al mondo dopo Rio e Venezia. Il carnevale di Nizza è uno spettacolo coinvolgente, che coinvolge carri allegorici, artisti di strada e gruppi musicali internazionali con corsi anche in notturna e con la battaglia dei fiori, uno spettacolo unico al mondo che ha contribuito alla fama della Costa Azzurra. Si tratta di magnifici carri fioriti che sfilano con modelle in maschera che lanciano al pubblico una pioggia di fiori. la prima battaglia dei fiori sulla Promenade des Anglais risale al 1876, da un’idea di Andriot Saëtone. Nata come semplice scambi di fiori man mano si è sviluppata sempre più ed oggi rende omaggio al lavoro dei florovivaisti nizzardi perché esalta la produzione floricola della regione, in quanto l’80% dei fiori utilizzati per addobbare i carri è prodotto in loco. http://it.nicecarnaval.com/

nizza una citta per tutte le stagioni 010

Dove dormire: Hotel de Suède, 18 Avenue de Suède, 06000 Nice. Un ottimo hotel ben posizionato in pieno centro a pochi passi da Place Massena e dalla Promenade des Anglais. Camere spaziose, generosa colazione, vicino a tutte le attrazioni turistiche e culturali per un soggiorno variegato e diviso tra shopping, arte, cultura, relax e vita notturna. www.hoteldesuedenice.com/it/  

Per saperne di più: http://it.nicetourisme.com/ https://it.france.fr/it  #FranceFr #LoveNice #NiceMoments #NiceCarnaval


archivio

fShare
6
Pin It

Nice Social Bookmark

FacebookMySpaceTwitterDiggDeliciousStumbleuponGoogle BookmarksRedditNewsvineLinkedinRSS FeedPinterest
Pin It