Taccuinodiviaggio
Rubriche
PDF Stampa E-mail
INCONTRI D'AUTORE



L E BUONE MANIERE... NON GUASTANO MAI

A scuola di bon ton con BARBARA RONCHI DELLA ROCCA

alt

di Alexander Màscàl
foto Matteo Saraggi


Ricordate donna Letizia e i suoi insegnamenti sul galateo?

Erano gli anni cinquanta e il secolare galateo imposto da Monsignor Giovanni Della Casa era un optional in dotazione agli italiani, oggi purtroppo dobbiamo sopravvivere all’ incalzare della maleducazione dei “poco educati”,…“solitari o in gruppo”, autodidatti o perfezionatesi alla “Scuola dei Supercafoni”, quelli usciti dal “vocabolario del carrettiere” e con il “ditino facile”.

Un po’ di galateo si dice che non guasta anche in questo Terzo Millennio dove il baciamano è una prerogativa di quei pochi gentleman anni … “anta e… pusa”: ma va bene anche la stretta di mano… se cordiale, sincera e…disinteressata.

Fortunatamente, per molti la buon’educazione è sopravvissuta alle parolacce e alle volgarità della gioventù, che pare non sappia più esprimersi correttamente e per questo ha inventato un suo vocabolario “ben rappresentato” anche musicalmente da “Disperato erotico stomp” e “Stronzo” di Lucio Dalla o “Vaffanculo” di Marco Masini e altre simili canzonette dal contenuto… molto educativo …

Nel corso dei secoli il galateo si è modificato, nuove usanze, dettate dallo stile di vita del momento, hanno preso il posto di altre “adeguandosi” alla cultura e al progresso e così anche la donna può offrire all’uomo un caffé al bar o la cena al ristorante e l’uomo non è obbligato dal galateo ad alzarsi per cedere il posto alle signore incinta …
Si dice che le buone maniere non guastano mai e a insegnarle, a Torino, è la scuola di bon ton di Barbara Ronchi Della Rocca, giornalista e scrittrice.

Esperta di storia del galateo è autrice di libri di successo, come “Questioni di stile” (che vanta ben 5 edizioni) e “Il galateo per lei e lui” (2 edizioni), entrambi editi da Sperling & Kupfer.

Ha scritto numerosi libri sul tema, tra cui “Invito a nozze”, edizione DeAgostini, per il tradizionale “Sì” (non dimentichiamo che alcuni dei più eleganti matrimoni del nostro tempo si sono avvalsi della sua consulenza ); “Si fa o non si fa”, piccolo manuale del galateo, edizione Vallardi -Garzanti.

alt

Barbara Ronchi è giornalista, collabora a numerosi settimanali e periodici, tra cui il quotidiano “La Stampa” dove firma la rubrica “Si fa, non si fa”, “Grazia”, “Bella”, “Donna Moderna”, “Gioia”.
Collabora anche a riviste d’enogastronomia come: “Sale e Pepe”, “La Cucina Italiana”,“Slow Food”, “Papillon”.
Insegna arte del vivere a “Uno mattina” (RaiUno) e da consigli di saper vivere a “Cominciamo bene” (RaiTre), “L’Italia sul Due” (RaiDue) e “Linea Verde” (Rai Uno).

Nel 1999 ha partecipato alle puntate di “Gustibus”, con Sandro Vannucci su Raitre, e collabora con radio e televisioni delle reti Rai e Mediaset.

Volto noto ai telespettatori di “Alle Falde del Kilimangiaro”, su Raitre con Licia Colò, la simpatica Barbara dal televideo insegna il “buon comportamento”, magari tra una proposta di viaggio ai Caraibi e uno in Scandinavia, come insegna il suo libro “Paese che vai”, una ricerca sulle buone maniere ad ogni latitudine …

Adora gli Animali e la buona musica. Ama la buona cucina e i viaggi, affascinandosi a quelli insoliti, alla “Stargate”.
Ma se credete di trovarvi dinanzi una vecchietta artritica, tutta trine e merletti, stile “ottocento e… prima”, che incontrandola pretende il baciamano e l’inchino, mentre vi scruta attraverso grosse lenti alla Camillo Benso… avete sbagliato persona!

Barbara è giovane ed attraente, dolce e sensibile, semplice “sì”: … ma il “tutto” è condotto con gusto, raffinatezza, professionalità e gran classe. Ha fascino, intelligenza e celebrità, ma non per questo ha perso il “lato umano” che le fa risplendere quell’adorabile sorriso che ha conquistato la simpatia dei telespettatori di “Alle Falde del Kilimangiaro” ed è in perfetta simbiosi con un’altra Grande Interprete, Licia Colò, con cui condivide l’amore per gli Animali e la semplicità…

Disponibile, affabile e altruista … ma non sprovveduta…

E se la incontrate tralasciate pure l’inchino ottocentesco... ma non la buona educazione…


 
 

Copyright © 2001-2016 Taccuinodiviaggio.it - autorizzazione Tribunale di Roma n 206/07 - tutti i diritti riservati
Tutti gli articoli e i testi firmati presenti in questo sito sono protetti dalla legge 633/1941 sul diritto d’autore.